L'arte di mangiar bene
 

Farine Senatore Cappelli

PapalePapale 30 Giu 2017 11:57
Siccome di rivenditori di farina del senatore cappelli è pieno e da come
dicono quelli della TIA Tradizioni Italiane Agroalimentari ormai di
"senatore cappelli" ne viene venduto molto più di quello effettivamente
prodotto.
Sapreste indicarmi un sito online dove realmente si vende farina di
grano senatore cappelli
ciao
sepp 30 Giu 2017 13:21
Il giorno venerdì 30 giugno 2017 11:57:35 UTC+2, PapalePapale ha scritto:
> Siccome di rivenditori di farina del senatore cappelli è pieno e da come
> dicono quelli della TIA Tradizioni Italiane Agroalimentari ormai di
> "senatore cappelli" ne viene venduto molto più di quello effettivamente
> prodotto.
> Sapreste indicarmi un sito online dove realmente si vende farina di
> grano senatore cappelli
> ciao

https://www.molinorachello.it/it/prodotti/consumer/le-farine-per-la-famiglia/le-farine-speciali-consumer/#senatore-cappelli-bio

Conosco, perche' ho avuto occasione di parlarci insieme ad un convegno, il
titolare di questa azienda (e alcuni tecnici). Azienda sicuramente di
eccellenza. Purtroppo non so se vendano online: fagli un colpo di telefono.
PMF 30 Giu 2017 14:26
Il 30/06/2017 11.57, PapalePapale ha scritto:
> Siccome di rivenditori di farina del senatore cappelli è pieno e da come
> dicono quelli della TIA Tradizioni Italiane Agroalimentari ormai di
> "senatore cappelli" ne viene venduto molto più di quello effettivamente
> prodotto.
> Sapreste indicarmi un sito online dove realmente si vende farina di grano
> senatore cappelli
> ciao

Sul reperimento hai ricevuto utilissimi riferimenti.
Vien da domandarsi piuttosto per quale motivo abboccare a questa
pluriennale campagna di marketing su un grano che è stato superato per
ottime ragioni, produttive e tecnologiche, da altri più performanti.
Non è certo per ragioni di italianità, visto che la pasta si fa da sempre
con grano duro d'importazione, per almeno 2/3 della produzione.
Non è certo per la qualità, visto che la tanto pubblicizzata pasta
prodotta con quel grano non eccelle(va) certo per tenuta e consistenza
(comperata due volte, due volte si frantumava come dovesse diventare pastina
spezzata per passato di verdure. Fired).
Insomma, un buon grano duro, ma difficilmente classificabile al top della
qualità. Un buon grano italiano, sviluppato per ragioni di autarchia.

Di sicuro un ottimo storytelling, creato dalle Nobili Istituzioni che si
dedicano pervicacemente all'attività di "invenzione della tradizione", ma
non molto più di questo.

Paolo
felice_pago@yahoo.it 30 Giu 2017 15:10
Il giorno venerdì 30 giugno 2017 14:26:24 UTC+2, PMF ha scritto:

> Di sicuro un ottimo storytelling

appulo e duilio 2 dei tanti grani duri, buoni, ruotati
sulle terre di mio padre prima, e mio fratello ora

peccato solo che la ladriretti si riempia solo
la bocca e le tasche, a parlarne, ma a sostenrlo
nisba


felicepago

simeto
.
PapalePapale 30 Giu 2017 16:13
Il 30/06/2017 15:10, felice_pago@yahoo.it ha scritto:
> appulo e duilio 2 dei tanti grani duri, buoni

Io di certo non sono un esperto.Sapresti indicarmi gentilmente dove
acquistarli
felice_pago@yahoo.it 30 Giu 2017 17:14
Il giorno venerdì 30 giugno 2017 16:14:01 UTC+2, PapalePapale ha scritto:
> Il 30/06/2017 15:10, felice_pago@yahoo.it ha scritto:
>> appulo e duilio 2 dei tanti grani duri, buoni
>
> Io di certo non sono un esperto.Sapresti indicarmi gentilmente dove
> acquistarli

dai contadini PRIMA che non li portino all'ammasso,
dal quel momento in poi e' tutto un miscuglio di
grani, alla faccia della selezione

e non saprei dove indirizzarti


felicepago

.
[Claudio] Red-Block ! 30 Giu 2017 18:57
Il 30/06/2017 14:26, PMF ha scritto:
> Insomma, un buon grano duro, ma difficilmente classificabile al top
> della qualità. Un buon grano italiano, sviluppato per ragioni di
> autarchia.

Anche perché non è che in Italia si abbia i migliori grani duri, il più
delle annate non raggiunge la sufficienza.
QuelloGrosso 30 Giu 2017 19:30
PMF ha scritto:
> Il 30/06/2017 11.57, PapalePapale ha scritto:
>> Siccome di rivenditori di farina del senatore cappelli è pieno e da
>> come dicono quelli della TIA Tradizioni Italiane Agroalimentari ormai
>> di "senatore cappelli" ne viene venduto molto più di quello
>> effettivamente prodotto.
>> Sapreste indicarmi un sito online dove realmente si vende farina di
>> grano senatore cappelli
>> ciao
>
> Sul reperimento hai ricevuto utilissimi riferimenti.
> Vien da domandarsi piuttosto per quale motivo abboccare a questa
> pluriennale campagna di marketing su un grano che è stato superato per
> ottime ragioni, produttive e tecnologiche, da altri più performanti.
> Non è certo per ragioni di italianità, visto che la pasta si fa da
> sempre con grano duro d'importazione, per almeno 2/3 della produzione.
> Non è certo per la qualità, visto che la tanto pubblicizzata pasta
> prodotta con quel grano non eccelle(va) certo per tenuta e consistenza
> (comperata due volte, due volte si frantumava come dovesse diventare
> pastina spezzata per passato di verdure. Fired).
> Insomma, un buon grano duro, ma difficilmente classificabile al top
> della qualità. Un buon grano italiano, sviluppato per ragioni di
> autarchia.
>
> Di sicuro un ottimo storytelling, creato dalle Nobili Istituzioni che
> si dedicano pervicacemente all'attività di "invenzione della
> tradizione", ma non molto più di questo.
>
> Paolo
>
>
>

Pare, dico pare , che i grani ad altro rendimento contengono una
variante di glutine piu intollerata e che porta ad avere la celiachia.

Parlo con cognizione di causa, all'eta di 57 anni mi sono trovato
celiaco, dermatite di Duhring...

Per 57 anni ho mangiato pane e pasta in quantita, possibile che solo
ultimamente ho avuto questo problema, i dottori mi hanno detto che
l'aumento vertiginoso dei casi di celiachia ( +50% in pochi anni ) sia
legato alle varieta "nuove" di grano.

By the way, sembra che tutto il glutine sia mal tollerato dal nostro
intestino...

--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre
felice_pago@yahoo.it 30 Giu 2017 19:43
Il giorno venerdì 30 giugno 2017 19:30:24 UTC+2, QuelloGrosso ha scritto:

> By the way, sembra che tutto il glutine sia mal tollerato dal nostro
> intestino...

laggggente fa a *****otti . . . per farsi male :)

piu' le farine sono di forza a piu' sono ricercate,
e costano pure di piu'. . . e fanno pure piu' male

> Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

ecco lo lascio per quanto detto sopra,
pensa che i poveri si sbracciano, nella
speranza che i ricchi li mandino in guerra


felicepago

non c'e' poverta' senza difetto
.
Elwood 30 Giu 2017 21:27
On Friday, June 30, 2017 at 7:43:06 PM UTC+2, felic...@yahoo.it wrote:
> Il giorno venerdì 30 giugno 2017 19:30:24 UTC+2, QuelloGrosso ha scritto:
>
>> By the way, sembra che tutto il glutine sia mal tollerato dal nostro
>> intestino...
>
> laggggente fa a *****otti . . . per farsi male :)
>
> piu' le farine sono di forza a piu' sono ricercate,
> e costano pure di piu'. . . e fanno pure piu' male

E mio cugino sa un colpo segreto che se te lo da dopo tre giorni muori :)

--
Elwood (Peter S.)
Jamie 30 Giu 2017 21:31
On 30/06/2017 19:30, QuelloGrosso wrote:

> Pare, dico pare , che i grani ad altro rendimento contengono una
> variante di glutine piu intollerata e che porta ad avere la celiachia.

fonte?

> Parlo con cognizione di causa, all'eta di 57 anni mi sono trovato
> celiaco, dermatite di Duhring...
>
> Per 57 anni ho mangiato pane e pasta in quantita, possibile che solo
> ultimamente ho avuto questo problema, i dottori mi hanno detto che
> l'aumento vertiginoso dei casi di celiachia ( +50% in pochi anni ) sia
> legato alle varieta "nuove" di grano.

fonte di questo dato (+50%)?
sebbene si cominci a sospettare un qualcosa del genere a me non risulta
che vi siano nel mondo scientifico delle granitiche certezze come da te
evidenziato.

non per farmi i cavoli tuoi, ma come ti sei accorto di essere celiaco,
cioè che sintomi hai cominciato ad accusare? niente in passato ti aveva
fatto insospettire? che esami primari hai fatto e che risultati hanno dato?


> By the way, sembra che tutto il glutine sia mal tollerato dal nostro
> intestino...
>

che sia una proteina particolarmente difficile da digerire, sembra non
vi siano dubbi, motivo per cui molte persone pensano di avere problemi
col glutine quando in realtà è il loro apparato digerente ad avere
qualche problema
QuelloGrosso 30 Giu 2017 22:56
Jamie ha scritto:
> On 30/06/2017 19:30, QuelloGrosso wrote:
>
>> Pare, dico pare , che i grani ad altro rendimento contengono una
>> variante di glutine piu intollerata e che porta ad avere la celiachia.
>
> fonte?
>
>> Parlo con cognizione di causa, all'eta di 57 anni mi sono trovato
>> celiaco, dermatite di Duhring...
>>
>> Per 57 anni ho mangiato pane e pasta in quantita, possibile che solo
>> ultimamente ho avuto questo problema, i dottori mi hanno detto che
>> l'aumento vertiginoso dei casi di celiachia ( +50% in pochi anni ) sia
>> legato alle varieta "nuove" di grano.
>
> fonte di questo dato (+50%)?
> sebbene si cominci a sospettare un qualcosa del genere a me non risulta
> che vi siano nel mondo scientifico delle granitiche certezze come da te
> evidenziato.
>
> non per farmi i cavoli tuoi, ma come ti sei accorto di essere celiaco,
> cioè che sintomi hai cominciato ad accusare? niente in passato ti aveva
> fatto insospettire? che esami primari hai fatto e che risultati hanno dato?
>
>
>> By the way, sembra che tutto il glutine sia mal tollerato dal nostro
>> intestino...
>>
>
> che sia una proteina particolarmente difficile da digerire, sembra non
> vi siano dubbi, motivo per cui molte persone pensano di avere problemi
> col glutine quando in realtà è il loro apparato digerente ad avere
> qualche problema
>

Se cerchi "Dermatite di Duhring" vedrai che è una forma di celiachia che
sfoga sulla pelle, non sono medico ma, da quello che ricordo, ci sono
degli antigeni IgG / IgA che si attivano e vanno a danneggiare degli
strati profondi del derma causando delle bolle pruriginose, in pratica è
una malattia autoimmune.

Da quando ho iniziato ad avere queste bolle, in un paio di anni mi sono
riempito, e i tre dermatologi interpellati non hanno saputo dare nessuna
diagnosi corretta ( visite private, a 150 Euro a botta ...) finche mia
moglie, cercando con google, ha trovato la diagnosi giusta, era il 29 di
luglio con tutti i dottori in ferie , sono partito per le vacanze e mi
sono messo a dieta senza glutine, tanto provare non mi avrebbe cambiato
la vita, al termine delle 3 settimane di vacanza stavo decisamente
meglio con la dermatite in remissione.

Al rientro fatti esami del sangue per gli antigeni specificie e la
gastroscopia arrivando alla diagnosi di Celiachia, povero me ...

Il +50% dei casi di celiachia diagnosticata mi è stata riferita dal
gastroenterologo specialista in celiachia del policlinico di Milano che
mi ha in cura

Gli anni scorsi c'era una lista di attesa di 12 mesi per le visite di
controllo, quest'anno hanno fissato il controllo a 18 mesi, mi hanno
detto che non ci stanno dietro.

Inoltre sembra che, nel piu del 70 % dei celiaci non viene diagnosticata
la malattia, ma ora che se ne parla più diffusamente, in molti si
riconoscono nei disturbi intestinali e fanno gli esami scoprendo il
problema .

Avevo letto da qualche parte che i grani moderni ad alta produttivita
sono peggiori per la qualita del glutine contenuta.

Io noto che se cedo alla ******* e mangio qualche poco di glutine, (sempre
comunque pochi grammi...) non la pago sempre allo stesso modo , alcuni
farinacei mi fanno venire una o due bollicine ( come la focaccia ) altri
mi fanno venire una decina di bolle, come qualche torta, mi rimane
complicato chiedere per cercare di risalire alla farina utilizzata, ma
alla lunga mi farò una specie di mappa alimentare.

--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre
QuelloGrosso 30 Giu 2017 23:02
QuelloGrosso ha scritto:
> Jamie ha scritto:
>> On 30/06/2017 19:30, QuelloGrosso wrote:
>>
>>> Pare, dico pare , che i grani ad altro rendimento contengono una
>>> variante di glutine piu intollerata e che porta ad avere la celiachia.
>>
>> fonte?
>>
>>> Parlo con cognizione di causa, all'eta di 57 anni mi sono trovato
>>> celiaco, dermatite di Duhring...
>>>
>>> Per 57 anni ho mangiato pane e pasta in quantita, possibile che solo
>>> ultimamente ho avuto questo problema, i dottori mi hanno detto che
>>> l'aumento vertiginoso dei casi di celiachia ( +50% in pochi anni ) sia
>>> legato alle varieta "nuove" di grano.
>>
>> fonte di questo dato (+50%)?
>> sebbene si cominci a sospettare un qualcosa del genere a me non risulta
>> che vi siano nel mondo scientifico delle granitiche certezze come da te
>> evidenziato.
>>
>> non per farmi i cavoli tuoi, ma come ti sei accorto di essere celiaco,
>> cioè che sintomi hai cominciato ad accusare? niente in passato ti aveva
>> fatto insospettire? che esami primari hai fatto e che risultati hanno
>> dato?
>>
>>
>>> By the way, sembra che tutto il glutine sia mal tollerato dal nostro
>>> intestino...
>>>
>>
>> che sia una proteina particolarmente difficile da digerire, sembra non
>> vi siano dubbi, motivo per cui molte persone pensano di avere problemi
>> col glutine quando in realtà è il loro apparato digerente ad avere
>> qualche problema
>>
>
> Se cerchi "Dermatite di Duhring" vedrai che è una forma di celiachia che
> sfoga sulla pelle, non sono medico ma, da quello che ricordo, ci sono
> degli antigeni IgG / IgA che si attivano e vanno a danneggiare degli
> strati profondi del derma causando delle bolle pruriginose, in pratica è
> una malattia autoimmune.
>
> Da quando ho iniziato ad avere queste bolle, in un paio di anni mi sono
> riempito, e i tre dermatologi interpellati non hanno saputo dare nessuna
> diagnosi corretta ( visite private, a 150 Euro a botta ...) finche mia
> moglie, cercando con google, ha trovato la diagnosi giusta, era il 29 di
> luglio con tutti i dottori in ferie , sono partito per le vacanze e mi
> sono messo a dieta senza glutine, tanto provare non mi avrebbe cambiato
> la vita, al termine delle 3 settimane di vacanza stavo decisamente
> meglio con la dermatite in remissione.
>
> Al rientro fatti esami del sangue per gli antigeni specificie e la
> gastroscopia arrivando alla diagnosi di Celiachia, povero me ...
>
> Il +50% dei casi di celiachia diagnosticata mi è stata riferita dal
> gastroenterologo specialista in celiachia del policlinico di Milano che
> mi ha in cura
>
> Gli anni scorsi c'era una lista di attesa di 12 mesi per le visite di
> controllo, quest'anno hanno fissato il controllo a 18 mesi, mi hanno
> detto che non ci stanno dietro.
>
> Inoltre sembra che, nel piu del 70 % dei celiaci non viene diagnosticata
> la malattia, ma ora che se ne parla più diffusamente, in molti si
> riconoscono nei disturbi intestinali e fanno gli esami scoprendo il
> problema .
>
> Avevo letto da qualche parte che i grani moderni ad alta produttivita
> sono peggiori per la qualita del glutine contenuta.
>
> Io noto che se cedo alla ******* e mangio qualche poco di glutine, (sempre
> comunque pochi grammi...) non la pago sempre allo stesso modo , alcuni
> farinacei mi fanno venire una o due bollicine ( come la focaccia ) altri
> mi fanno venire una decina di bolle, come qualche torta, mi rimane
> complicato chiedere per cercare di risalire alla farina utilizzata, ma
> alla lunga mi farò una specie di mappa alimentare.
>

Dimenticavo, il peggior "Attacco" lo ho avuto all'ospedale di Niguarda,
mi sono ricoverato per una chirurgia minore, ricevevo pasti in vassoi
seprati con la scritta "senza glutine" , in 3 giorni mi sono riempito di
bolle, li possino...
Naturalmente ho segnalato la cosa ai medici che mi hanno detto che
avrebbero avvisato della cosa , sperem !

--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre
Peppone 1 Lug 2017 12:30
Il 30/06/2017 11:57, PapalePapale ha scritto:
> Siccome di rivenditori di farina del senatore cappelli è pieno e da
> come dicono quelli della TIA Tradizioni Italiane Agroalimentari ormai
> di "senatore cappelli" ne viene venduto molto più di quello
> effettivamente prodotto.
> Sapreste indicarmi un sito online dove realmente si vende farina di
> grano senatore cappelli
> ciao
Qui non scrivo mai, ma leggo per imparare e prima o poi fare. Mi
permetto di intervenire per segnalarti questo:
www.ereditadalpassato.it/
Conosco personalmente la famiglia da forse 40 anni , piccolo produttore
locale, più appassionato che commerciante; ha anche altre chicche, ma
nel limite di quello che gli viene dai suoi campi. La senatore Cappelli
so che è una qualità che coltiva: se non è nello shop on line, dagli un
colpo di telefono, è molto disponibile e se può accontenta.

Giorgio
Jamie 2 Lug 2017 17:58
On 30/06/2017 22:56, QuelloGrosso wrote:

> Se cerchi "Dermatite di Duhring" vedrai che è una forma di celiachia che
> sfoga sulla pelle, non sono medico ma, da quello che ricordo, ci sono
> degli antigeni IgG / IgA che si attivano e vanno a danneggiare degli
> strati profondi del derma causando delle bolle pruriginose, in pratica è
> una malattia autoimmune.
>
> Da quando ho iniziato ad avere queste bolle, in un paio di anni mi sono
> riempito, e i tre dermatologi interpellati non hanno saputo dare nessuna
> diagnosi corretta ( visite private, a 150 Euro a botta ...) finche mia
> moglie, cercando con google, ha trovato la diagnosi giusta, era il 29 di
> luglio con tutti i dottori in ferie , sono partito per le vacanze e mi
> sono messo a dieta senza glutine, tanto provare non mi avrebbe cambiato
> la vita, al termine delle 3 settimane di vacanza stavo decisamente
> meglio con la dermatite in remissione.

anche la mamma di un mio amico ha scoperto di essere celiaca in tarda
età, e per poco non se la giocavano per una forte deplezione di calcio,
è stata ricoverata settimane prima che abbiano capito cosa avesse. i
tuoi esami del sangue sono venuti subito alterati? tieni conto però che
hai sbagliato ad iniziare la dieta senza glutine prima di fare gli
esami, molti fanno così senza consultare prima uno specialista e senza
sapere che questo può inficiare l'esito degli esami, per quanto di
solito i valori del sangue non rientrano nella norma dopo un breve
periodo di dieta, ma non si può mai escludere nulla. Esistono persino
celiaci con esami del sangue normali. Che *******

> Al rientro fatti esami del sangue per gli antigeni specificie e la
> gastroscopia arrivando alla diagnosi di Celiachia, povero me ...
>
> Il +50% dei casi di celiachia diagnosticata mi è stata riferita dal
> gastroenterologo specialista in celiachia del policlinico di Milano che
> mi ha in cura
>
> Gli anni scorsi c'era una lista di attesa di 12 mesi per le visite di
> controllo, quest'anno hanno fissato il controllo a 18 mesi, mi hanno
> detto che non ci stanno dietro.
>
> Inoltre sembra che, nel piu del 70 % dei celiaci non viene diagnosticata
> la malattia, ma ora che se ne parla più diffusamente, in molti si
> riconoscono nei disturbi intestinali e fanno gli esami scoprendo il
> problema .
>
> Avevo letto da qualche parte che i grani moderni ad alta produttivita
> sono peggiori per la qualita del glutine contenuta.
>
> Io noto che se cedo alla ******* e mangio qualche poco di glutine, (sempre
> comunque pochi grammi...)

NON DEVI FARLO! è l'errore in cui incappano molti celiaci che non hanno
sintomi eccessivi all'ingestione di glutine, quindi pensano che ogni
tanto possono concedersi lo sfizio. Ogni volta che tu ingerisci anche la
pur minima quantità di glutine il tuo sistema immunitario si attiva
contro questa proteina. Attivati oggi, attivati domani, il rischio è
andare incontro a malattie molto più serie, come altre malattie
auto-immuni molto invalidanti o peggio i linfomi intestinali. Te l'ho
spiegato a grandi linee, ma se ritrovo il link dove ho preso queste
informazioni te lo passo.

non la pago sempre allo stesso modo , alcuni
> farinacei mi fanno venire una o due bollicine ( come la focaccia ) altri
> mi fanno venire una decina di bolle, come qualche torta, mi rimane
> complicato chiedere per cercare di risalire alla farina utilizzata, ma
> alla lunga mi farò una specie di mappa alimentare.

quindi tu alla fine come sintomo avevi solo queste bolle? niente a
livello gastrointestinale?
QuelloGrosso 3 Lug 2017 00:51
Jamie ha scritto:
> On 30/06/2017 22:56, QuelloGrosso wrote:
>
>> Se cerchi "Dermatite di Duhring" vedrai che è una forma di celiachia che
>> sfoga sulla pelle, non sono medico ma, da quello che ricordo, ci sono
>> degli antigeni IgG / IgA che si attivano e vanno a danneggiare degli
>> strati profondi del derma causando delle bolle pruriginose, in pratica è
>> una malattia autoimmune.
>>
>> Da quando ho iniziato ad avere queste bolle, in un paio di anni mi sono
>> riempito, e i tre dermatologi interpellati non hanno saputo dare nessuna
>> diagnosi corretta ( visite private, a 150 Euro a botta ...) finche mia
>> moglie, cercando con google, ha trovato la diagnosi giusta, era il 29 di
>> luglio con tutti i dottori in ferie , sono partito per le vacanze e mi
>> sono messo a dieta senza glutine, tanto provare non mi avrebbe cambiato
>> la vita, al termine delle 3 settimane di vacanza stavo decisamente
>> meglio con la dermatite in remissione.
>
> anche la mamma di un mio amico ha scoperto di essere celiaca in tarda
> età, e per poco non se la giocavano per una forte deplezione di calcio,
> è stata ricoverata settimane prima che abbiano capito cosa avesse. i
> tuoi esami del sangue sono venuti subito alterati? tieni conto però che
> hai sbagliato ad iniziare la dieta senza glutine prima di fare gli
> esami, molti fanno così senza consultare prima uno specialista e senza
> sapere che questo può inficiare l'esito degli esami, per quanto di
> solito i valori del sangue non rientrano nella norma dopo un breve
> periodo di dieta, ma non si può mai escludere nulla. Esistono persino
> celiaci con esami del sangue normali. Che *******
>
>> Al rientro fatti esami del sangue per gli antigeni specificie e la
>> gastroscopia arrivando alla diagnosi di Celiachia, povero me ...
>>
>> Il +50% dei casi di celiachia diagnosticata mi è stata riferita dal
>> gastroenterologo specialista in celiachia del policlinico di Milano che
>> mi ha in cura
>>
>> Gli anni scorsi c'era una lista di attesa di 12 mesi per le visite di
>> controllo, quest'anno hanno fissato il controllo a 18 mesi, mi hanno
>> detto che non ci stanno dietro.
>>
>> Inoltre sembra che, nel piu del 70 % dei celiaci non viene diagnosticata
>> la malattia, ma ora che se ne parla più diffusamente, in molti si
>> riconoscono nei disturbi intestinali e fanno gli esami scoprendo il
>> problema .
>>
>> Avevo letto da qualche parte che i grani moderni ad alta produttivita
>> sono peggiori per la qualita del glutine contenuta.
>>
>> Io noto che se cedo alla ******* e mangio qualche poco di glutine, (sempre
>> comunque pochi grammi...)
>
> NON DEVI FARLO! è l'errore in cui incappano molti celiaci che non hanno
> sintomi eccessivi all'ingestione di glutine, quindi pensano che ogni
> tanto possono concedersi lo sfizio. Ogni volta che tu ingerisci anche la
> pur minima quantità di glutine il tuo sistema immunitario si attiva
> contro questa proteina. Attivati oggi, attivati domani, il rischio è
> andare incontro a malattie molto più serie, come altre malattie
> auto-immuni molto invalidanti o peggio i linfomi intestinali. Te l'ho
> spiegato a grandi linee, ma se ritrovo il link dove ho preso queste
> informazioni te lo passo.
>
> non la pago sempre allo stesso modo , alcuni
>> farinacei mi fanno venire una o due bollicine ( come la focaccia ) altri
>> mi fanno venire una decina di bolle, come qualche torta, mi rimane
>> complicato chiedere per cercare di risalire alla farina utilizzata, ma
>> alla lunga mi farò una specie di mappa alimentare.
>
> quindi tu alla fine come sintomo avevi solo queste bolle? niente a
> livello gastrointestinale?
>

Ti ringrazio per l'attenzione,

al termine delle 3 settimane di ferie, appena rientrato ho fatto una
visita privata e lo specialista mi ha prescritto gli esami, IgG e IgA
erano ancora sopra la norma, poi a distanza di un anno si erano
normalizzati.

La gastroscopia non ha rivelato niente, tutto a posto.

Anche gli esami completi che ho fatto due settimane fa sono a posto,
dovrei perdere 20 kg , ma per il resto sono a posto.

--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre
Jamie 3 Lug 2017 00:54
On 03/07/2017 00:51, QuelloGrosso wrote:

> Ti ringrazio per l'attenzione,
>
> al termine delle 3 settimane di ferie, appena rientrato ho fatto una
> visita privata e lo specialista mi ha prescritto gli esami, IgG e IgA
> erano ancora sopra la norma, poi a distanza di un anno si erano
> normalizzati.
>
> La gastroscopia non ha rivelato niente, tutto a posto.

Beh, nell'indicazione della gastro però doveva esserci scritto di
cercare i segni della celiachia. Se il medico non l'ha scritto e tu non
lo hai detto almeno a voce non lo fanno mica di routine. E' davvero
strano che tu sia celiaco senza compromissione dei villi, perché
comunque 3 settimane di dieta gluten free, che immagino non sarà stata
nemmeno strettissima, non credo siano sufficienti per normalizzarli.
QuelloGrosso 3 Lug 2017 22:11
Jamie ha scritto:
> On 03/07/2017 00:51, QuelloGrosso wrote:
>
>> Ti ringrazio per l'attenzione,
>>
>> al termine delle 3 settimane di ferie, appena rientrato ho fatto una
>> visita privata e lo specialista mi ha prescritto gli esami, IgG e IgA
>> erano ancora sopra la norma, poi a distanza di un anno si erano
>> normalizzati.
>>
>> La gastroscopia non ha rivelato niente, tutto a posto.
>
> Beh, nell'indicazione della gastro però doveva esserci scritto di
> cercare i segni della celiachia. Se il medico non l'ha scritto e tu non
> lo hai detto almeno a voce non lo fanno mica di routine. E' davvero
> strano che tu sia celiaco senza compromissione dei villi, perché
> comunque 3 settimane di dieta gluten free, che immagino non sarà stata
> nemmeno strettissima, non credo siano sufficienti per normalizzarli.

La gastroscopia l'ho fatta al Policlinico , proprio dal primario del
reparto che segue esclusivamente la celiachia, fai te ...

Ti assicuro che la dieta in quel momento è stata strettissima, ma come
dicevo questa variante se la prende con la pelle e lascia stare i villi,
vedi qui:

https://it.wikipedia.org/wiki/Dermatite_erpetiforme_di_Duhring

e qui:

La DE viene attualmente considerata come l’espressione fenotipica
cutanea di una enteropatia digiunale glutine-sensibile di lieve o media
gravità, del tutto sovrapponibile alla malattia celiaca (MC) 4. Entrambe
le malattie (MC, DE) risultano dall’interazione di fattori genetici
(stretta associazione con il sistema degli antigeni di istocompatibilità
HLA-DQ2 e DQ8) e ambientali (glutine) con conseguente reazione
autoimmune che determina un danno alla mucosa intestinale nei pazienti
con MC e le specifiche alterazioni cutanee nella DE.

Di cui allego il link alla'argomento specifico della AIC :

http://www.aiclombardiahome.it/wp-content/uploads/2015/04/celiachia_dermatite_erpetiforme.pdf


--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre
Albus Dumbledore 5 Lug 2017 17:30
Scriveva QuelloGrosso Friday, 6/30/2017:

> i dottori mi hanno detto che l'aumento
> vertiginoso dei casi di celiachia ( +50% in pochi anni ) sia legato alle
> varieta "nuove" di grano.

O, molto piu' semplicemente, oggi viene diagnosticata una sindrome che
fino a 10 anni fa era del tutto sconosciuta.

--
Se negli header appare "Message-ID: <mn....121682@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un ******* che mi morpha.
Albus Dumbledore
felice_pago@yahoo.it 5 Lug 2017 18:03
Il giorno mercoledì 5 luglio 2017 17:28:40 UTC+2, Albus Dumbledore ha scritto:

> O, molto piu' semplicemente, oggi viene diagnosticata una sindrome che
> fino a 10 anni fa era del tutto sconosciuta.

la prima insegna di negozio per celiaci,
l'ho vista in via xx settembre a torino,
troppi anni fa
la prima persona celiaca che ho conosciuto, di cui ho memoria,
sara' 14 anni fa

poi c'e' la storia di mio cuggggino


felicepago

.
Albus Dumbledore 6 Lug 2017 08:43
Dopo dura riflessione, felice_pago@yahoo.it ha scritto :

> la prima insegna

E quindi?

--
Se negli header appare "Message-ID: <mn....121682@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un ******* che mi morpha.
Albus Dumbledore
Jamie 6 Lug 2017 11:26
On 03/07/2017 22:11, QuelloGrosso wrote:

>> Beh, nell'indicazione della gastro però doveva esserci scritto di
>> cercare i segni della celiachia. Se il medico non l'ha scritto e tu non
>> lo hai detto almeno a voce non lo fanno mica di routine. E' davvero
>> strano che tu sia celiaco senza compromissione dei villi, perché
>> comunque 3 settimane di dieta gluten free, che immagino non sarà stata
>> nemmeno strettissima, non credo siano sufficienti per normalizzarli.
>
> La gastroscopia l'ho fatta al Policlinico , proprio dal primario del
> reparto che segue esclusivamente la celiachia, fai te ...
>
> Ti assicuro che la dieta in quel momento è stata strettissima, ma come
> dicevo questa variante se la prende con la pelle e lascia stare i villi,
> vedi qui:
>


senti ma senza compromissione dei villi ti hanno dato comunque l'esenzione?
QuelloGrosso 6 Lug 2017 18:49
Jamie ha scritto:
> On 03/07/2017 22:11, QuelloGrosso wrote:
>
>>> Beh, nell'indicazione della gastro però doveva esserci scritto di
>>> cercare i segni della celiachia. Se il medico non l'ha scritto e tu non
>>> lo hai detto almeno a voce non lo fanno mica di routine. E' davvero
>>> strano che tu sia celiaco senza compromissione dei villi, perché
>>> comunque 3 settimane di dieta gluten free, che immagino non sarà stata
>>> nemmeno strettissima, non credo siano sufficienti per normalizzarli.
>>
>> La gastroscopia l'ho fatta al Policlinico , proprio dal primario del
>> reparto che segue esclusivamente la celiachia, fai te ...
>>
>> Ti assicuro che la dieta in quel momento è stata strettissima, ma come
>> dicevo questa variante se la prende con la pelle e lascia stare i villi,
>> vedi qui:
>>
>
>
> senti ma senza compromissione dei villi ti hanno dato comunque l'esenzione?

Si, sfoga sulla pelle ma sempre celiachia é ...

--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.