L'arte di mangiar bene
 

(semi OT): consiglio ristorante a ROMA
1 | 2 |

via sarpi 2 Apr 2017 18:52
chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra che
ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui chiedere?

cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o
romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di
legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?

ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non ci
sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da quanto
leggo ora non è un gran che

ogni suggerimento è ben accetto
grazie in anticipo
Er Capoccetta 2 Apr 2017 19:29
Il giorno domenica 2 aprile 2017 18:52:43 UTC+2, via sarpi ha scritto:
> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra che
ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui chiedere?
>
> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o
romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di
legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>
io sono innamorato di

https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d2057736-Reviews-L_Asino_d_Oro-Rome_Lazio.html

dai tempi in cui era ad Orvieto. Questo:

http://www.lucianopignataro.it/a/roma-lasino-doro-di-lucio-sforza/53159/

è un parere molto dettagliato e secondo me molto veritiero
Huyg 2 Apr 2017 19:51
via sarpi ha spiegato il 02/04/2017 :
> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
> principalmente australiani. Hotel in Via Veneto. Avreste un consiglio per un
> ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o romana, che non sia una
> trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di legno) ma neanche una
> cosa troppo ingessata?
>
> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
> ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
> quanto leggo ora non è un gran che

Domanda: l'obiettivo è andarci a piedi o potete muovervi, e nel caso in
taxi o con i mezzi? E per la spesa ci aggiriamo intorno al 35-40?

(comunque il consiglio di Capoccetta è già ottimo)
Er Capoccetta 2 Apr 2017 20:00
Il giorno domenica 2 aprile 2017 19:52:01 UTC+2, Huyg ha scritto:
> via sarpi ha spiegato il 02/04/2017 :
>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
>> principalmente australiani. Hotel in Via Veneto. Avreste un consiglio per
un
>> ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o romana, che non sia una
>> trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di legno) ma neanche una

>> cosa troppo ingessata?
>>
>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non

>> ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da

>> quanto leggo ora non è un gran che
>
> Domanda: l'obiettivo è andarci a piedi o potete muovervi, e nel caso in
> taxi o con i mezzi? E per la spesa ci aggiriamo intorno al 35-40?
>
> (comunque il consiglio di Capoccetta è già ottimo)

mi fa piacere che concordi. tra l'altro non dovrebbe essere lontano dalla zona
dell'hotel e per arrivarci dovrebbero fare una passeggiata per vie stupende
Huyg 2 Apr 2017 21:19
Er Capoccetta scriveva il 02/04/2017 :
> Il giorno domenica 2 aprile 2017 19:52:01 UTC+2, Huyg ha scritto:
>> via sarpi ha spiegato il 02/04/2017 :
>>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
>>> principalmente australiani. Hotel in Via Veneto. Avreste un consiglio per
>>> un ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o romana, che non sia
>>> una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di legno) ma
>>> neanche una cosa troppo ingessata?
>>>
>>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non

>>> ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma
>>> da quanto leggo ora non è un gran che
>>
>> Domanda: l'obiettivo è andarci a piedi o potete muovervi, e nel caso in
>> taxi o con i mezzi? E per la spesa ci aggiriamo intorno al 35-40?
>>
>> (comunque il consiglio di Capoccetta è già ottimo)
>
> mi fa piacere che concordi. tra l'altro non dovrebbe essere lontano dalla
> zona dell'hotel e per arrivarci dovrebbero fare una passeggiata per vie
> stupende

Ricordo ancora un'insalatina tiepida di gallina che era un gioiello.
Comunque è vero quello che dici sulla passeggiata, ma un po' ci vuole.
A passo da chiacchiera una mezzoretta tutta.
Di altro mi viene in mente senz'altro Flavio al Velavevodetto
(sicuramente a Testaccio, anche a Prati) e poi un passo indietro
Evangelista a via Arenula (dal quale manco da un po') e il mio amico
Pompiere al Ghetto (ma su quest'ultimo sia detto che posso non essere
obiettivo, è uno dei posti del mio cuore ma so che a molti non piace
più di tanto).
Er Capoccetta 2 Apr 2017 21:37
Il giorno domenica 2 aprile 2017 21:20:00 UTC+2, Huyg ha scritto:
> Er Capoccetta scriveva il 02/04/2017 :
> Ricordo ancora un'insalatina tiepida di gallina che era un gioiello.

questa credo di averla presa anche io!
di Orvieto ricordo ancora il cinghiale in dolce e forte da applausi, le zuppe,
le fettuccine con fegatini e purea di fave, i contorni "ricchi" di verdure

> Comunque è vero quello che dici sulla passeggiata, ma un po' ci vuole.
> A passo da chiacchiera una mezzoretta tutta.

in quella zona starei ore a camminare

> Di altro mi viene in mente senz'altro Flavio al Velavevodetto
> (sicuramente a Testaccio, anche a Prati) e poi un passo indietro
> Evangelista a via Arenula (dal quale manco da un po') e il mio amico
> Pompiere al Ghetto (ma su quest'ultimo sia detto che posso non essere
> obiettivo, è uno dei posti del mio cuore ma so che a molti non piace
> più di tanto).

annotati. come sono? è cucina più romanesca? in fondo Sforza ha conservato
ricette e ingredienti umbri
sepp 3 Apr 2017 12:04
Il giorno domenica 2 aprile 2017 18:52:43 UTC+2, via sarpi ha scritto:
> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra che
ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui chiedere?
>
> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o
romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di
legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>
> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
quanto leggo ora non è un gran che
>
> ogni suggerimento è ben accetto
> grazie in anticipo

Solo x aggiungerne velocemente uno alle altre risposte gia' date: CapoBoi Via
Arno 80 (mezz'ora da via Veneto). In genere, con i colleghi, andiamo qui.
Huyg 3 Apr 2017 15:56
Dopo dura riflessione, Er Capoccetta ha scritto :
>> Di altro mi viene in mente senz'altro Flavio al Velavevodetto
>> (sicuramente a Testaccio, anche a Prati) e poi un passo indietro
>> Evangelista a via Arenula (dal quale manco da un po') e il mio amico
>> Pompiere al Ghetto (ma su quest'ultimo sia detto che posso non essere
>> obiettivo, è uno dei posti del mio cuore ma so che a molti non piace
>> più di tanto).
>
> annotati. come sono? è cucina più romanesca? in fondo Sforza ha conservato
> ricette e ingredienti umbri

Flavio è romana come te la immagini, è una emanazione di Felice a
Testaccio, ma nell'estetica e nel servizio prova un po' a emendarsi
dalla trattoria romana con le tovaglie a quadri e il cuoco che esce
dalla cucina con la parannanza s*****a di coratella. E poi, se esce
fuori una bella serata - e per tutta la bella stagione - ha un dehors
pazzesco.
Evangelista è più classico: sta a via Arenula dietro al Ministero ed è
il tipico posto un po' freddino da andarci con i colleghi o per un
incontro informale di lavoro, è elegante, con tavoli ben distanziati,
servizio ottimo. è il meno "romano" (non ci si trovano sistematicamente
griciaamatricianacarbonaracacioepepe e
trippapajataabbacchioscottaditofaciolicolecotiche, per intenderci),
però ha questo piatto tradizionale, il carciofo al mattone (che ci
stiamo col periodo), che è notevole, e ricordo un antipasto di baccalà
con arance e fichi secchi che era pazzesco e un'insalata di carciofi
crudi, pecorino, nocciole e miele che era da tornarci apposta. A
latere: questo costa un po' di più.
Il Pompiere è il ghetto, cucina ebraicoromanesca pura. E' di un old
style disarmante (ci vado da 25 anni e non è mai cambiato NULLA) però
secondo me si continua a mangiarci benissimo e a pagare una cifra
sensata.
Da Flavio vado regolarmente.
Dal Pompiere manco da un annetto.
Da Evangelista da cinque anni.
Er Capoccetta 3 Apr 2017 22:06
Il giorno lunedì 3 aprile 2017 15:56:59 UTC+2, Huyg ha scritto:

> Flavio è romana come te la immagini, è una emanazione di Felice a
> Testaccio, ma nell'estetica e nel servizio prova un po' a emendarsi
> dalla trattoria romana con le tovaglie a quadri e il cuoco che esce
> dalla cucina con la parannanza s*****a di coratella. E poi, se esce
> fuori una bella serata - e per tutta la bella stagione - ha un dehors
> pazzesco.
> Evangelista è più classico: sta a via Arenula dietro al Ministero ed è
> il tipico posto un po' freddino da andarci con i colleghi o per un
> incontro informale di lavoro, è elegante, con tavoli ben distanziati,
> servizio ottimo. è il meno "romano" (non ci si trovano sistematicamente
> griciaamatricianacarbonaracacioepepe e
> trippapajataabbacchioscottaditofaciolicolecotiche, per intenderci),
> però ha questo piatto tradizionale, il carciofo al mattone (che ci
> stiamo col periodo), che è notevole, e ricordo un antipasto di baccalà
> con arance e fichi secchi che era pazzesco e un'insalata di carciofi
> crudi, pecorino, nocciole e miele che era da tornarci apposta. A
> latere: questo costa un po' di più.
> Il Pompiere è il ghetto, cucina ebraicoromanesca pura. E' di un old
> style disarmante (ci vado da 25 anni e non è mai cambiato NULLA) però
> secondo me si continua a mangiarci benissimo e a pagare una cifra
> sensata.
> Da Flavio vado regolarmente.
> Dal Pompiere manco da un annetto.
> Da Evangelista da cinque anni.

grazie, molto interessante.
visto che le sai tutte: l'ultima volta che sono stato a Roma abbiamo fatto un
giro in zona Isola Tiberina e siamo capitati davanti a "Sora Lella". sbirciando
il menu mi sono fatto l'idea di cucina supertradizionale (e questo me
l'aspettavo) a prezzi un pò incongrui. ne vale la pena?
salonicco 3 Apr 2017 22:34
Il giorno domenica 2 aprile 2017 18:52:43 UTC+2, via sarpi ha scritto:
> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra che
ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui chiedere?
>
> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o
romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di
legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>
> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
quanto leggo ora non è un gran che
>
> ogni suggerimento è ben accetto
> grazie in anticipo

secondo me con un attimo di attenzione si mangia sempre benino a roma.
negli stretti dintorni:
pescheria barberini a via san nicola da tolentino
moma nella parallela (alle spalle della sede della bnl)
trattoria flavia a via flavia.

vedi un attimo le recensioni per farti un'idea.
nel primo pesce fresco con cassette all'ingresso, consigliati i carpacci
il secondo ha il menu' fisso gourmet (un po' particolare in attesa di stella o
quant'altro sicuramente non b*****e servizio accurato)
il terzo trattoria romana molto appetitosa che non delude mai (l'antipasto misto
è sicuramente consigliabile).
sennò sapori sardi a via Piemonte pranzo ha prezzo fisso e diventa allora
conveniente (la sera meno)
Er Capoccetta 3 Apr 2017 22:59
Il giorno lunedì 3 aprile 2017 22:34:54 UTC+2, salonicco ha scritto:
> Il giorno domenica 2 aprile 2017 18:52:43 UTC+2, via sarpi ha scritto:
>> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra
che ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui
chiedere?
>>
>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
>> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana
e/o romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone
di legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>>
>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
quanto leggo ora non è un gran che
>>
>> ogni suggerimento è ben accetto
>> grazie in anticipo
>
> secondo me con un attimo di attenzione si mangia sempre benino a roma.
> negli stretti dintorni:
> pescheria barberini a via san nicola da tolentino
> moma nella parallela (alle spalle della sede della bnl)
> trattoria flavia a via flavia.
>
questo si affermerà come uno dei thread più interessanti dell'ultimo decennio
di ihc
Huyg 4 Apr 2017 00:10
Er Capoccetta ha usato la sua tastiera per scrivere :
> Il giorno lunedì 3 aprile 2017 15:56:59 UTC+2, Huyg ha scritto:
>
>> Flavio è romana come te la immagini, è una emanazione di Felice a
>> Testaccio, ma nell'estetica e nel servizio prova un po' a emendarsi
>> dalla trattoria romana con le tovaglie a quadri e il cuoco che esce
>> dalla cucina con la parannanza s*****a di coratella. E poi, se esce
>> fuori una bella serata - e per tutta la bella stagione - ha un dehors
>> pazzesco.
>> Evangelista è più classico: sta a via Arenula dietro al Ministero ed è
>> il tipico posto un po' freddino da andarci con i colleghi o per un
>> incontro informale di lavoro, è elegante, con tavoli ben distanziati,
>> servizio ottimo. è il meno "romano" (non ci si trovano sistematicamente
>> griciaamatricianacarbonaracacioepepe e
>> trippapajataabbacchioscottaditofaciolicolecotiche, per intenderci),
>> però ha questo piatto tradizionale, il carciofo al mattone (che ci
>> stiamo col periodo), che è notevole, e ricordo un antipasto di baccalà
>> con arance e fichi secchi che era pazzesco e un'insalata di carciofi
>> crudi, pecorino, nocciole e miele che era da tornarci apposta. A
>> latere: questo costa un po' di più.
>> Il Pompiere è il ghetto, cucina ebraicoromanesca pura. E' di un old
>> style disarmante (ci vado da 25 anni e non è mai cambiato NULLA) però
>> secondo me si continua a mangiarci benissimo e a pagare una cifra
>> sensata.
>> Da Flavio vado regolarmente.
>> Dal Pompiere manco da un annetto.
>> Da Evangelista da cinque anni.
>
> grazie, molto interessante.
> visto che le sai tutte: l'ultima volta che sono stato a Roma abbiamo fatto
> un giro in zona Isola Tiberina e siamo capitati davanti a "Sora Lella".
> sbirciando il menu mi sono fatto l'idea di cucina supertradizionale (e questo
> me l'aspettavo) a prezzi un pò incongrui. ne vale la pena?

Ci ho mangiato una sola volta tanti anni fa, e l'idea che ne ho avuto -
e che mi confermano in molti che ci vanno - è para para alla tua. Posto
dove si mangia bene, ma non benissimo, e si paga (anche legittimamente)
di essere in un luogo *particolarmente* unico al mondo.
salonicco 4 Apr 2017 19:03
Il giorno lunedì 3 aprile 2017 22:59:45 UTC+2, Er Capoccetta ha scritto:
> Il giorno lunedì 3 aprile 2017 22:34:54 UTC+2, salonicco ha scritto:
>> Il giorno domenica 2 aprile 2017 18:52:43 UTC+2, via sarpi ha scritto:
>>> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra
che ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui
chiedere?
>>>
>>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
>>> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana
e/o romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone
di legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>>>
>>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma
non ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
quanto leggo ora non è un gran che
>>>
>>> ogni suggerimento è ben accetto
>>> grazie in anticipo
>>
>> secondo me con un attimo di attenzione si mangia sempre benino a roma.
>> negli stretti dintorni:
>> pescheria barberini a via san nicola da tolentino
>> moma nella parallela (alle spalle della sede della bnl)
>> trattoria flavia a via flavia.
>>
> questo si affermerà come uno dei thread più interessanti dell'ultimo
decennio di ihc

cmq ribadisco che a roma (con un attimo di attenzione) si riesce a mangiare
bene.

altri due o tre indirizzi di interesse:
molo 10 a via prati della farnesina (uniche avvertenze molto trendy e porzioni
piccole)
campisi (quello della sicilia -zona libia - il prodotto è molto buono su
qualche cottura peccano - deformazione mia però - i crudi notevoli )
lime nelle vicinanze di via mantova/ nizza (localetto giovanile con tapas
variadas e prezzi interessanti). esci sempre soddisfatto e contento senza avere
speso molto.
Er Capoccetta 4 Apr 2017 23:48
Il giorno martedì 4 aprile 2017 19:03:40 UTC+2, salonicco ha scritto:
> Il giorno lunedì 3 aprile 2017 22:59:45 UTC+2, Er Capoccetta ha scritto:
>> Il giorno lunedì 3 aprile 2017 22:34:54 UTC+2, salonicco ha scritto:
>>> Il giorno domenica 2 aprile 2017 18:52:43 UTC+2, via sarpi ha scritto:
>>>> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi
sembra che ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui
chiedere?
>>>>
>>>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
>>>> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina
italiana e/o romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su
tavolone di legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>>>>
>>>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma
non ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
quanto leggo ora non è un gran che
>>>>
>>>> ogni suggerimento è ben accetto
>>>> grazie in anticipo
>>>
>>> secondo me con un attimo di attenzione si mangia sempre benino a roma.
>>> negli stretti dintorni:
>>> pescheria barberini a via san nicola da tolentino
>>> moma nella parallela (alle spalle della sede della bnl)
>>> trattoria flavia a via flavia.
>>>
>> questo si affermerà come uno dei thread più interessanti dell'ultimo
decennio di ihc
>
> cmq ribadisco che a roma (con un attimo di attenzione) si riesce a mangiare
bene.>
> altri due o tre indirizzi di interesse:
> molo 10 a via prati della farnesina (uniche avvertenze molto trendy e porzioni
piccole)
> campisi (quello della sicilia -zona libia - il prodotto è molto buono su
qualche cottura peccano - deformazione mia però - i crudi notevoli )
> lime nelle vicinanze di via mantova/ nizza (localetto giovanile con tapas
variadas e prezzi interessanti). esci sempre soddisfatto e contento senza avere
speso molto.

in via dei Serpenti, che non è tanto distante dall'Asino d'Oro, si trova il mio
indiano preferito: Maharajah, un posto eccezionale
Huyg 5 Apr 2017 09:27
Nel suo scritto precedente, Er Capoccetta ha sostenuto :
[CUT]
>> molto buono su qualche cottura peccano - deformazione mia però - i crudi
>> notevoli ) lime nelle vicinanze di via mantova/ nizza (localetto giovanile
>> con tapas variadas e prezzi interessanti). esci sempre soddisfatto e
>> contento senza avere speso molto.
>
> in via dei Serpenti, che non è tanto distante dall'Asino d'Oro, si trova il
> mio indiano preferito: Maharajah, un posto eccezionale

Il Maharajah è uno dei primi a Roma, se non il primo. Meglio di lui
c'era quello a piazza Trilussa, ma ha chiuso.
Comunque a trenta metri c'è il Guru, un altro stile (più easy,
economico) ma comunque ottimo.
Er Capoccetta 5 Apr 2017 11:44
Il giorno mercoledì 5 aprile 2017 09:27:11 UTC+2, Huyg ha scritto:
> Nel suo scritto precedente, Er Capoccetta ha sostenuto :
> [CUT]
>>> molto buono su qualche cottura peccano - deformazione mia però - i crudi
>>> notevoli ) lime nelle vicinanze di via mantova/ nizza (localetto giovanile
>>> con tapas variadas e prezzi interessanti). esci sempre soddisfatto e
>>> contento senza avere speso molto.
>>
>> in via dei Serpenti, che non è tanto distante dall'Asino d'Oro, si trova il

>> mio indiano preferito: Maharajah, un posto eccezionale
>
> Il Maharajah è uno dei primi a Roma, se non il primo. Meglio di lui
> c'era quello a piazza Trilussa, ma ha chiuso.
> Comunque a trenta metri c'è il Guru, un altro stile (più easy,
> economico) ma comunque ottimo.

capito qual è: decisamente più scalcinato almeno visto da fuori :)
Huyg 5 Apr 2017 12:41
Scriveva Er Capoccetta mercoledì, 05/04/2017:
> Il giorno mercoledì 5 aprile 2017 09:27:11 UTC+2, Huyg ha scritto:
>> Nel suo scritto precedente, Er Capoccetta ha sostenuto :
>> [CUT]
>>>> molto buono su qualche cottura peccano - deformazione mia però - i crudi
>>>> notevoli ) lime nelle vicinanze di via mantova/ nizza (localetto giovanile
>>>> con tapas variadas e prezzi interessanti). esci sempre soddisfatto e
>>>> contento senza avere speso molto.
>>>
>>> in via dei Serpenti, che non è tanto distante dall'Asino d'Oro, si trova il

>>> mio indiano preferito: Maharajah, un posto eccezionale
>>
>> Il Maharajah è uno dei primi a Roma, se non il primo. Meglio di lui
>> c'era quello a piazza Trilussa, ma ha chiuso.
>> Comunque a trenta metri c'è il Guru, un altro stile (più easy,
>> economico) ma comunque ottimo.
>
> capito qual è: decisamente più scalcinato almeno visto da fuori :)

è proprio un'altra cosa, più tavola calda, però ci si mangia bene. Dal
Maharajah ci vai quando vuoi farti una bella esperienza di indiano - e
paghi di conseguenza -, dal Guru quando ti vuoi cavare una voglietta
passeggera di quei sapori - e paghi la metà.
Io finisco quasi sempre per prediligere il Guru perché... beh, se
voglio mangiare un indiano di buon livello o me lo cucino da solo, o ho
un'amica che si è specializzata in questo, e allora la invito a cena,
le cucino le lasagne e so di ricevere in cambio entro pochi giorni una
cena indiana da re!
Mentre invece la voglia passeggera un po' random di indiano, magari
quando già sto in giro, per me vale giusto giusto i 25€ del Guru!
Er Capoccetta 5 Apr 2017 13:42
Il giorno mercoledì 5 aprile 2017 12:41:10 UTC+2, Huyg ha scritto:
>> capito qual è: decisamente più scalcinato almeno visto da fuori :)
>
> è proprio un'altra cosa, più tavola calda, però ci si mangia bene. Dal
> Maharajah ci vai quando vuoi farti una bella esperienza di indiano - e
> paghi di conseguenza -, dal Guru quando ti vuoi cavare una voglietta
> passeggera di quei sapori - e paghi la metà.

è grosso modo la differenza che c'è, da queste parti, tra "India" a Fiesole e
gli altri: in un indiano "generico" spesso i piatti speziati finiscono per
assomigliarsi tutti pur essendo gustosi; in quelli "seri" distingui i singoli
mix di spezie ******* dolci, etc con le varie intensità
Huyg 5 Apr 2017 16:42
Il 05/04/2017, Er Capoccetta ha detto :
> Il giorno mercoledì 5 aprile 2017 12:41:10 UTC+2, Huyg ha scritto:
>>> capito qual è: decisamente più scalcinato almeno visto da fuori :)
>>
>> è proprio un'altra cosa, più tavola calda, però ci si mangia bene. Dal
>> Maharajah ci vai quando vuoi farti una bella esperienza di indiano - e
>> paghi di conseguenza -, dal Guru quando ti vuoi cavare una voglietta
>> passeggera di quei sapori - e paghi la metà.
>
> è grosso modo la differenza che c'è, da queste parti, tra "India" a Fiesole
e
> gli altri: in un indiano "generico" spesso i piatti speziati finiscono per
> assomigliarsi tutti pur essendo gustosi; in quelli "seri" distingui i singoli
> mix di spezie ******* dolci, etc con le varie intensità

Beh ovviamente non conosco "India" a Fiesole e gli altri, ma non
definirei il "Guru" un indiano generico, è un po' meglio a parer mio.
via sarpi 6 Apr 2017 09:52
grazie davvero a tutti

in effetti il tema della distanza non è secondario, per questo stavo pensando a
tre alternative: una vicino l'hotel in vveneto; un'altra tipico romano buono da
raggiungere o a piedi o i auto; uno al ghetto. Alla fine tra tutti quelli
suggeriti mi convincono l'asito d'oro e Trattoria Flavia. Quest'ultima è più
in linea con quello che cercavo, anche se dalle foto direi che il cantore
chitarrato non mi fa impazzire.

Comunque grazie ancora
l
Albus Dumbledore 6 Apr 2017 10:09
Dopo dura riflessione, Huyg ha scritto :

> Ci ho mangiato una sola volta tanti anni fa, e l'idea che ne ho avuto - e che
> mi confermano in molti che ci vanno - è para para alla tua. Posto dove si
> mangia bene, ma non benissimo, e si paga (anche legittimamente) di essere in
> un luogo *particolarmente* unico al mondo.

Ma mi sai dire che e' successo a Enzo al 29?

--
Se negli header appare "Message-ID: <mn....121682@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un ******* che mi morpha.
Albus Dumbledore
Huyg 6 Apr 2017 11:24
Albus Dumbledore ha pensato forte :
> Dopo dura riflessione, Huyg ha scritto :
>
>> Ci ho mangiato una sola volta tanti anni fa, e l'idea che ne ho avuto - e
>> che mi confermano in molti che ci vanno - è para para alla tua. Posto dove
>> si mangia bene, ma non benissimo, e si paga (anche legittimamente) di
>> essere in un luogo *particolarmente* unico al mondo.
>
> Ma mi sai dire che e' successo a Enzo al 29?

No, sinceramente non so dire. Ci ho mangiato solo una volta 'nt'anni fa
e da allora non ci sono più andato. Ma non per chissà quale presa di
posizione, è andata così. Anche perché di solito a Trastevere non ci
vado per mangiare.
Albus Dumbledore 6 Apr 2017 12:12
Sembra che Huyg abbia detto :

>> Ma mi sai dire che e' successo a Enzo al 29?

> No, sinceramente non so dire. Ci ho mangiato solo una volta 'nt'anni fa e da
> allora non ci sono più andato. Ma non per chissà quale presa di posizione,
è
> andata così. Anche perché di solito a Trastevere non ci vado per mangiare.

Ah.
Ci andai un 3/4 anni fa ed era notevole, per qualita' e prezzi.
Ci ho mandato mio cognato un mese fa e mi ha detto che e' stata una
tragedia: tavoli incollati gli uni agli altri (tanto che quando e'
saltata la corrente si sono dovuti alzare tutti, nel ristorante, per
far passare il cameriere a riattaccarla) e prezzi alti, per il
servizio.
Peccato.


--
Se negli header appare "Message-ID: <mn....121682@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un ******* che mi morpha.
Albus Dumbledore
Huyg 6 Apr 2017 12:38
Albus Dumbledore ha detto questo giovedì :

> Ci andai un 3/4 anni fa ed era notevole, per qualita' e prezzi.
> Ci ho mandato mio cognato un mese fa e mi ha detto che e' stata una tragedia:
> tavoli incollati gli uni agli altri (tanto che quando e' saltata la corrente
> si sono dovuti alzare tutti, nel ristorante, per far passare il cameriere a
> riattaccarla) e prezzi alti, per il servizio.
> Peccato.

Da come me la racconti e da come conosco Trastevere, mi sembra il
classico passaggio da quando ci vai di martedì/mercoledì a quando ci
vai di venerdì/sabato. Possibile?
Albus Dumbledore 6 Apr 2017 12:54
Nel suo scritto precedente, Huyg ha sostenuto :

> Da come me la racconti e da come conosco Trastevere, mi sembra il classico
> passaggio da quando ci vai di martedì/mercoledì a quando ci vai di
> venerdì/sabato. Possibile?

Non saprei.
Io andai sotto S. Ambrogio, mio cognato intorno a carnevale, ma doveva
essere un fine settimana, credo.
Po' esse'...

--
Se negli header appare "Message-ID: <mn....121682@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un ******* che mi morpha.
Albus Dumbledore
salonicco 6 Apr 2017 23:06
Il giorno giovedì 6 aprile 2017 09:52:20 UTC+2, via sarpi ha scritto:
Quest'ultima è più in linea con quello che cercavo, anche se dalle foto direi
che il cantore chitarrato non mi fa impazzire.
>
> Comunque grazie ancora

non so se sia in tempo.
allora trattoria cadorna (a via cadorna).
giri su via veneto dopo l'ambasciata sulla destra (o sinistra se del caso). via
Boncompagni la prima a destra prima di piazza fiume (l'ultima di via
Boncompagni)poi la prima a sinistra.
:) è infallibile
Huyg 6 Apr 2017 23:17
Il 06/04/2017, salonicco ha detto :
> Il giorno giovedì 6 aprile 2017 09:52:20 UTC+2, via sarpi ha scritto:
> Quest'ultima è più in linea con quello che cercavo, anche se dalle foto
> direi che il cantore chitarrato non mi fa impazzire.
>>
>> Comunque grazie ancora
>
> non so se sia in tempo.
> allora trattoria cadorna (a via cadorna).
> giri su via veneto dopo l'ambasciata sulla destra (o sinistra se del caso).
> via Boncompagni la prima a destra prima di piazza fiume (l'ultima di via
> Boncompagni)poi la prima a sinistra. :) è infallibile

Ah che bella notizia: sono anni che ci passo davanti e mi dico che è da
provare, poi una cosa e l'altra e non ci sono mai andato. Mi confermi
che l'occhio ci aveva azzeccato e che ci devo andare.
Mardot 7 Apr 2017 14:06
Il 02/04/2017 18:52, via sarpi ha scritto:
> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra che
ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui chiedere?
>
> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana e/o
romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su tavolone di
legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>
> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma da
quanto leggo ora non è un gran che
>
> ogni suggerimento è ben accetto
> grazie in anticipo

mi ero trovato benissimo da Roma Sparita in Piazza Santa Cecilia,
c'entra nulla con via Veneto ma lo sappiamo che a Roma quella distanza
si fa pure a piedi
Shan 7 Apr 2017 16:38
Mardot ha detto questo venerdì :
> Il 02/04/2017 18:52, via sarpi ha scritto:
>> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra
>> che ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui
>> chiedere?
>>
>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
>> principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
>> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana
>> e/o romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su
>> tavolone di legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>>
>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
>> ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma
>> da quanto leggo ora non è un gran che
>>
>> ogni suggerimento è ben accetto
>> grazie in anticipo
>
> mi ero trovato benissimo da Roma Sparita in Piazza Santa Cecilia, c'entra
> nulla con via Veneto ma lo sappiamo che a Roma quella distanza si fa pure a
> piedi

Beh, insomma... So' 40 minuti buoni da Via Veneto a Trastevere...

--

Shan
----------------------
Sic Parvis Magna
----------------------

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Mardot 7 Apr 2017 17:22
Il 07/04/2017 16:38, Shan ha scritto:
> Mardot ha detto questo venerdì :
>> Il 02/04/2017 18:52, via sarpi ha scritto:
>>> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi
>>> sembra che ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative,
>>> siti su cui chiedere?
>>>
>>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50,
>>> stranieri, principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
>>> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina
>>> italiana e/o romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta
>>> di carta su tavolone di legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>>>
>>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene
>>> ma non ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle
>>> BOllette, ma da quanto leggo ora non è un gran che
>>>
>>> ogni suggerimento è ben accetto
>>> grazie in anticipo
>>
>> mi ero trovato benissimo da Roma Sparita in Piazza Santa Cecilia,
>> c'entra nulla con via Veneto ma lo sappiamo che a Roma quella distanza
>> si fa pure a piedi
>
> Beh, insomma... So' 40 minuti buoni da Via Veneto a Trastevere...
>
Appunto, dopo aver mangiato e' una passeggiata di salute...
Huyg 7 Apr 2017 18:50
Mardot ha pensato forte :
> Il 02/04/2017 18:52, via sarpi ha scritto:
>> chiedo scusa, avrei voluto postare su discussioni.ristoranti, ma mi sembra
>> che ormai quel gruppo sia quasi defunto. Avete alternative, siti su cui
>> chiedere?
>>
>> cena tra colleghi, 6-8 persone, uomini, in media sopra i 50, stranieri,
>> principalmente australiani. Hotel in Via Veneto.
>> Avreste un consiglio per un ristorante dove si mangi bene cucina italiana
>> e/o romana, che non sia una trattoria (intendo tovaglietta di carta su
>> tavolone di legno) ma neanche una cosa troppo ingessata?
>>
>> ho visto che vicino l'hotel c'è Osteria Barberini, di cui leggo bene ma non
>> ci sono mai stato. Io a roma conoscevo Al Moro in vico delle BOllette, ma
>> da quanto leggo ora non è un gran che
>>
>> ogni suggerimento è ben accetto
>> grazie in anticipo
>
> mi ero trovato benissimo da Roma Sparita in Piazza Santa Cecilia, c'entra
> nulla con via Veneto ma lo sappiamo che a Roma quella distanza si fa pure a
> piedi

Però da Roma Sparita (al di là del fatto che io non l'ho
particolarmente gradito) c'è più l'ambiente classico della trattoria
romana, mi sa che l'idea di via sarpi era qualcosa di un minimo più
formale. Sennò poco lontano da Roma Sparita, per esempio, c'è Teo dove
a mio avviso si mangia moooooolto meglio.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.