L'arte di mangiar bene
 

Pizza al formaggio (umbra?) di Pasqua

Desca@work 5 Apr 2017 17:30
Abbiamo ricette collaudate?
Fatina_degli_Elfi 8 Apr 2017 20:54
Il Wed, 05 Apr 2017 17:30:04 +0200, Desca@work ha scritto:

> Abbiamo ricette collaudate?

La migliore in assoluto, non perché sia di parte, è quella di mia madre
eredità della sua famiglia di origine, anzi dello zio chef, come si dice
oggi :-)
Non me ne volere ma non posso darti la 'sua' ricetta in quanto ne è
gelosa, anche per motivi affettivi, ma posso garantire che ha sempre avuto
un mega successo ed ancora oggi tutti tra conoscenti ed amici si prenotano
mesi prima per averla :-|
Però ho la soluzione alternativa, la ricetta di Federico, un pasticcere di
Pg, qui trovi la ricetta:
http://www.lapasticceriadichico.it/2013/03/torta-di-pasqua.html
Mi sembra molto attinente all'originale, anche se molto diversa da quella
di mamma che è più aromatica (per un suo segreto) e leggera.
Provala, se ti piace il formaggio l'adorerai.
Un consiglio: lascia molti pezzi di formaggio interi, la goduria è
assicurata :-)

Nota: Federico usa lo strutto, ma puoi anche sostituire con burro o tutto
olio evo.
Renato_VBI 8 Apr 2017 21:24
Il 08/04/2017 20:54, Fatina_degli_Elfi ha scritto:

[C U T]

> Nota: Federico usa lo strutto, ma puoi anche sostituire con burro o tutto
> olio evo.

Scusa se intervengo in maniera forse "pesante" ma.....

Come fai ad affermare che in un piatto di quel tipo sostituire lo
strutto con _burro_ *o* olio evo non modifichi *pesantemente* la ricetta?

Questa cosa mi stupisce molto.... Pare un tentativo (malriuscito) di
trasformare un qualcosa in altro, tipico di una certa mentalità "vegana"....
Passo dopo passo......

Se mi sbaglio.... Chiedo scusa sin da ora.....


--

Ciao, Renato
Fatina_degli_Elfi 8 Apr 2017 23:51
Il Sat, 08 Apr 2017 21:24:41 +0200, Renato_VBI ha scritto:

Scusa se intervengo in maniera forse "pesante" ma.....
>
> Come fai ad affermare che in un piatto di quel tipo sostituire lo
> strutto con _burro_ *o* olio evo non modifichi *pesantemente* la
> ricetta?
>
> Questa cosa mi stupisce molto.... Pare un tentativo (malriuscito) di
> trasformare un qualcosa in altro, tipico di una certa mentalità
> "vegana"....
> Passo dopo passo......
>
> Se mi sbaglio.... Chiedo scusa sin da ora.....

Figurati, hai fatto bene a sottolinearlo.
L'ho scritto perché non è una ricetta codificata, qui in Umbria
lo strutto è più che altro legato alla tradizione contadina, quando
si uccideva in casa il ******* e si faceva lo strutto utilizzandolo
in ogni preparazione al posto del prezioso (per noi umbri) olio di oliva
o del burro, altro prezioso alimento qui assente un secolo fa.
Oggi alcuni forni utilizzano solo evo oppure olio evo locale e di semi,
altri strutto e evo (o di semi), altri ancora burro e olio, dipende
da ricetta a ricetta del pasticcere-panettiere e dalle abitudini
che si hanno in casa per chi suole realizzarla in proprio.
Praticamente il 50% o più degli umbri, se consideri mamme, nonne e
parentado annesso tutti gli umbri hanno almeno un parente che
realizza torte da dispensare.
Il risultato a quanto ne so è lo stesso, la torta di mia mamma
è senza strutto, utilizza olio e burro, eppure è meravigliosa,
meglio di tante altre che ho mangiato, ad onor del vero
mai gustata quella con strutto (sono vegetariana).
Ma non escludo che con lo strutto sia ottima, a mio avviso
realizzata con burro (solo burro) o solo olio o mix il gusto cambia, ma
non per merito dei grassi bensì per merito esclusivo dei formaggi
utilizzati che vanno scelti di ottima qualità e della buona lievitazione,
nonché della farina utilizzata. Potresti fare un esperimento per il
dispiacere delle tue coronarie: vieni qui in Umbria e gusta diverse torte
in luoghi diversi della regione, noterai che nessuna si somiglia, tutte
diverse tra loro, alcune le troverai migliori di altre, ripeto: la ricetta
non è codificata, ma perlopiù derivante da tradizioni familiari o usi
aziendali diciamo. Solo posso affermare con certezza senza timore di
essere smentita che più sono i pezzi di formaggio interi (a dadini medi)
dentro la torta più appagante e golosa è la degustazione.
Ovvio che in base alla ricetta di Federico chi vuol prepararla con lo
strutto
è liberissimo di farlo, ci mancherebbe :-)
Non voglio fare proseliti, non ci penso neppure, io mangio vegetariano
anzi oramai quasi vegano, ma è solo una mia scelta e non voglio imporla a
nessuno e neppure mi ritengo migliore di tante altre persone che mangiano
carne. Ho solo una sensibilità diversa, non migliore e neppure peggiore.
Così sono serena ed in armonia con me stessa come coloro che mangiano
carne, in fondo ognuno nella vita cerca la sua strada,
pizze e dolci annessi :-)
Renato_VBI 9 Apr 2017 12:11
Il 08/04/2017 23:51, Fatina_degli_Elfi ha scritto:
> Il Sat, 08 Apr 2017 21:24:41 +0200, Renato_VBI ha scritto:
>
> Scusa se intervengo in maniera forse "pesante" ma.....
>>
>> Come fai ad affermare che in un piatto di quel tipo sostituire lo
>> strutto con _burro_ *o* olio evo non modifichi *pesantemente* la
>> ricetta?
>>
>> Questa cosa mi stupisce molto.... Pare un tentativo (malriuscito) di
>> trasformare un qualcosa in altro, tipico di una certa mentalità
>> "vegana"....
>> Passo dopo passo......
>>
>> Se mi sbaglio.... Chiedo scusa sin da ora.....
>
> Figurati, hai fatto bene a sottolinearlo.
> L'ho scritto perché non è una ricetta codificata, qui in Umbria
> lo strutto è più che altro legato alla tradizione contadina, quando
> si uccideva in casa il ******* e si faceva lo strutto utilizzandolo
> in ogni preparazione al posto del prezioso (per noi umbri) olio di oliva
> o del burro, altro prezioso alimento qui assente un secolo fa.
> Oggi alcuni forni utilizzano solo evo oppure olio evo locale e di semi,
> altri strutto e evo (o di semi), altri ancora burro e olio, dipende
> da ricetta a ricetta del pasticcere-panettiere e dalle abitudini
> che si hanno in casa per chi suole realizzarla in proprio.
> Praticamente il 50% o più degli umbri, se consideri mamme, nonne e
> parentado annesso tutti gli umbri hanno almeno un parente che
> realizza torte da dispensare.
> Il risultato a quanto ne so è lo stesso, la torta di mia mamma
> è senza strutto, utilizza olio e burro, eppure è meravigliosa,
> meglio di tante altre che ho mangiato, ad onor del vero
> mai gustata quella con strutto (sono vegetariana).
> Ma non escludo che con lo strutto sia ottima, a mio avviso
> realizzata con burro (solo burro) o solo olio o mix il gusto cambia, ma
> non per merito dei grassi bensì per merito esclusivo dei formaggi
> utilizzati che vanno scelti di ottima qualità e della buona lievitazione,
> nonché della farina utilizzata. Potresti fare un esperimento per il
> dispiacere delle tue coronarie: vieni qui in Umbria e gusta diverse torte
> in luoghi diversi della regione, noterai che nessuna si somiglia, tutte
> diverse tra loro, alcune le troverai migliori di altre, ripeto: la ricetta
> non è codificata, ma perlopiù derivante da tradizioni familiari o usi
> aziendali diciamo. Solo posso affermare con certezza senza timore di
> essere smentita che più sono i pezzi di formaggio interi (a dadini medi)
> dentro la torta più appagante e golosa è la degustazione.
> Ovvio che in base alla ricetta di Federico chi vuol prepararla con lo
> strutto
> è liberissimo di farlo, ci mancherebbe :-)
> Non voglio fare proseliti, non ci penso neppure, io mangio vegetariano
> anzi oramai quasi vegano, ma è solo una mia scelta e non voglio imporla a
> nessuno e neppure mi ritengo migliore di tante altre persone che mangiano
> carne. Ho solo una sensibilità diversa, non migliore e neppure peggiore.
> Così sono serena ed in armonia con me stessa come coloro che mangiano
> carne, in fondo ognuno nella vita cerca la sua strada,
> pizze e dolci annessi :-)

Vedo che, senza volerlo, i miei "sospetti" erano fondati....
:-)
Una matrice di disinformazione tipica di certe frange "estremistiche"
presenti anche nel campo della ristorazione spicciola....

Una pizza umbra al formaggio é, come dice la parola stessa, un veicolo
di sapori effettuato attraverso i grassi contenuti sia nel formaggio che
nel condimento principale (olio, burro o strutto che sia).

Ovvio pertanto che, come hai affermato, più sono i pezzi di formaggio
più é appagante (per il palato) e gustosa/golosa la degustazione.

Ma é ancor più vero che importante é il tipo di grasso che funge da veicolo.

Lasciamo al buon Federico la sua ricetta così com'é e lasciamo a tua
mamma la sua di pizza..... Con o senza i suoi ingredienti "segreti"....
Ma non chiamamola alla stessa maniera, please....
:-)

--

Ciao, Renato
Fatina_degli_Elfi 9 Apr 2017 12:52
Il Sun, 09 Apr 2017 12:11:35 +0200, Renato_VBI ha scritto:

> Lasciamo al buon Federico la sua ricetta così com'é e lasciamo a tua
> mamma la sua di pizza..... Con o senza i suoi ingredienti "segreti"....
> Ma non chiamamola alla stessa maniera, please....
> :-)

In rete trovi tante ricette, di umbri, senza uso di strutto.
Nei forni, nelle pasticcerie e altrove lo standard è senza strutto.
Non escludo, come ti ho scritto, che la ricetta originale, quella
di anni et anni or sono prevedesse strutto o addittura solo strutto, in
quanto grasso maggiormente presente nelle campagne.
Non c'erano i soldi per acquistare burro, molto raro, e l'olio
veniva centellinato perché nella mia regione è stato sempre considerato
un alimento quasi sacro. Difatti, ancora oggi, se consigli ad un umbro
di friggere con olio di oliva ti fulmina con lo sguardo :-D
Non so dunque come sia la torta di Federico, ma presumo ottima,
quella di mia madre idem, eppure è sempre 'tradizionale'.
Rispetto il tuo convinvimento e ti ripeto: non esiste una ricetta
codificata, in quel caso s'essa avesse previsto strutto in tot percentuale
avresti sicuramente avuto ragione.
Perdona se mi permetto, ma ho come la sensazione che tu sia molto prevenuto
nei confronti di coloro che non mangiano carne e derivati animali.
Non è una cosa simpatica ;-)
Renato_VBI 9 Apr 2017 13:40
Il 09/04/2017 12:52, Fatina_degli_Elfi ha scritto:

[C U T]

> Perdona se mi permetto, ma ho come la sensazione che tu sia molto prevenuto
> nei confronti di coloro che non mangiano carne e derivati animali.
> Non è una cosa simpatica ;-)

Assolutamente no....

Mi fa decisamente in*****are la tendenza, in campo culinario, a storpiare
nomi e ricette per "accontentare" una fetta minoritaria della
popolazione.... Tutto qui.

Un po come la "carbonara" senza uova e carni varie....

Ma chiamatela in altro modo, che ne so, pasta alla qualchecosa ma non di
certo *carbonara*....

Tutto qui....

--

Ciao, Renato
Fatina_degli_Elfi 9 Apr 2017 15:24
Il Sun, 09 Apr 2017 13:40:48 +0200, Renato_VBI ha scritto:
> Mi fa decisamente in*****are la tendenza, in campo culinario, a storpiare
> nomi e ricette per "accontentare" una fetta minoritaria della
> popolazione.... Tutto qui.
>
> Un po come la "carbonara" senza uova e carni varie....
>
> Ma chiamatela in altro modo, che ne so, pasta alla qualchecosa ma non di
> certo *carbonara*....
>
> Tutto qui....

Lo capisco e lo condivido, ma ti ripeto: in questo caso è diverso,
si possono utilizzare altri grassi oltre o in sostituzione allo strutto.
Eppure la torta è la stessa, anzi... la 'pizza'.
Per il resto concordo con te, sfondi una porta aperta più volte ho scritto
qui contro la moda alternativa, light e similari.
Ad esempio il tiramisù di ricotta, se ho voglia di quel dolce deve essere
autentico, magari mangiandolo di rado, ma quello sia :-)
Serenità e buona giornata :-)
Gi 9 Apr 2017 17:19
"cicero®" ha scritto nel messaggio
news:npujech06517fp6k7bbbhocfi5d392ltjd@4ax.com...

>>io mangio vegetariano anzi oramai quasi vegano

>Papè Satan, papè Satan, aleppe!!!

Aglio, fravaglio,
fattura ca nun quaglio,
corna, bicorna, capa r’alice e capa r’aglio
sciò, sciò

Gi


---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.