L'arte di mangiar bene
 

yogurt greco

felice_pago@yahoo.it 29 Mar 2017 11:45
allura io compro yogurt magro,
lo meto a sgocciolare, dalla sera alla mattina,
tengo da parte il siero acido che ne viene fuori.

domanda:
posso usare il siero acido per fare lo yogurt da me ?

cioe' prendo x di latte, intero comad,
aggiungo il siero di cui sopra,
lo tengo a T ambiente, e questo mi diventa yogurt ?

che filtrato . . .


felice pago

dengiu
.
ludwig 29 Mar 2017 13:20
ha scritto nel messaggio
news:7c45ea72-0cf5-43b2-a974-55ecd69ee1e4@googlegroups.com...

>allura io compro yogurt magro,
>lo meto a sgocciolare, dalla sera alla mattina,
>tengo da parte il siero acido che ne viene fuori.

<domanda:
>posso usare il siero acido per fare lo yogurt da me ?


Cioè, fammi capire....

Comperi uno yogurt, praticamente lo smonti e lo butti per produrti del tuo
yogurt???

Bah....

Bye, Ludwig.
Elwood 29 Mar 2017 13:55
On Wednesday, March 29, 2017 at 1:22:15 PM UTC+2, ludwig wrote:
>
> Comperi uno yogurt, praticamente lo smonti e lo butti per produrti del tuo
> yogurt???
>

Penso che lo mangi :)
Per me lo yogurt me***** in italia è troppo liquido, non si può mangiare.. Per
cui ho pensato naturalmente che felice pago lo lasciasse sgocciolare per farlo
addensare un po'.

In Olanda trovo dello yogurt greco molto buono, ma in Grecia è dove veramente
si trova la perfezione :)
Sono stato ad Atene qualche settimana fa e - se non fosse che hanno tante altre
cose buone - avrei mangiato solo yogurt :D :D

--
Elwood (Peter S.)
felice_pago@yahoo.it 29 Mar 2017 14:30
Il giorno mercoledì 29 marzo 2017 13:55:46 UTC+2, Elwood ha scritto:
> On Wednesday, March 29, 2017 at 1:22:15 PM UTC+2, ludwig wrote:
>>
>> Comperi uno yogurt, praticamente lo smonti e lo butti per produrti del tuo
>> yogurt???
>>
>
> Penso che lo mangi :)

eh a te sembra facile :)

> Per me lo yogurt me***** in italia è troppo liquido, non si può mangiare..
Per cui ho pensato naturalmente che felice pago lo lasciasse sgocciolare per
farlo addensare un po'.
>

lo yogurt greco e' normale yogurt sgocciolato/filtrato,
quello che sgocciola e' siero acido, che contiene i fementi,
io volevo utilizzarlo per fare yogurt a partire dal latte,
aggiungendo il siero, ma ho visto che il latte occorre
bollirlo e poi farlo scendere 35-40 gradi e solo in quel
momeno inserire il siero e/o altro yogurt che faccia da innesco

> In Olanda trovo dello yogurt greco molto buono, ma in Grecia è dove veramente
si trova la perfezione :)

fruyoo a 10E/kg
il migliore qui in itaglia

> Sono stato ad Atene qualche settimana fa e - se non fosse che hanno tante
altre cose buone - avrei mangiato solo yogurt :D :D

potresti agevolare un po' di consigli mangerecci,
verso il centro ?
soprattutto streefood/bancarelle
e se ci si puo fidare, leggi igiene

felice pago

denghiu
,
Elwood 29 Mar 2017 14:46
On Wednesday, March 29, 2017 at 2:30:15 PM UTC+2, felic...@yahoo.it wrote:

> potresti agevolare un po' di consigli mangerecci,
> verso il centro ?
> soprattutto streefood/bancarelle
> e se ci si puo fidare, leggi igiene

Te li passerei volentieri, ma sono stato due giorni, in pratica, e non sono
sicuro se consigliare dei posti. Mi sono trovato bene, ma una era una cena
collettiva, e dei locali mi hanno detto che è un po' altalenante come qualità
il posto. La seconda era, molto rustico a metà fra salumeria e ristorante,
mangiato bene, ma non ho idea di dove si trovasse o come si chiamasse :(

Street food non ne ho visto moltissimo, ma posso essere andato nei posti
sbagliati :D

--
Elwood (Peter S.)
felice_pago@yahoo.it 29 Mar 2017 14:52
Il giorno mercoledì 29 marzo 2017 14:46:43 UTC+2, Elwood ha scritto:

> Te li passerei volentieri,

denghiu istess

mi basta sapere che si mangia bene :)
ci vanno i miei figli in gita, e i pranzi
se li devono cercare da soli, ecco avere
una pezza d'appoggio :)

noi siamo fermi a pita e zazaki


ευτυχισμένος μπορώ να πληρώσω

yogurt
.
Jinx 29 Mar 2017 16:43
Il 29/03/2017 11:45, felice_pago@yahoo.it ha scritto:
> allura io compro yogurt magro,
> lo meto a sgocciolare, dalla sera alla mattina,
> tengo da parte il siero acido che ne viene fuori.
>
> domanda:
> posso usare il siero acido per fare lo yogurt da me ?
>
> cioe' prendo x di latte, intero comad,
> aggiungo il siero di cui sopra,
> lo tengo a T ambiente, e questo mi diventa yogurt ?
>
> che filtrato . . .
>
>
> felice pago
>
> dengiu
> .
>

l'arte di fare lo yogurt è difficile, anni di esperienza mi hanno fatto
capire che l'unico sistema è versare direttamente una boccetta di yogurt
liquido (freschissimo) in una busta di latte UHT tetrapack con tappo
richiudibile e sistemarla per una notte sul termosifone. Occorre la
massima attenzione e mani pulitissime per non contaminare il prodotto e
ritrovarsi il giorno dopo con una specie di ricotta puzzolente invece di
yogurt
Herik 29 Mar 2017 18:31
<felice_pago@yahoo.it> wrote:

> posso usare il siero acido per fare lo yogurt da me ?

troppa fatica, io prendo un cucchiaio di yogurt intero e lo metto in un
litro di latte uht appena aperto, il tutto nella cella di lievitazione a
40°, poi se vuoi lo coli con una mussola.
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
Aietes 4 Apr 2017 20:25
Jinx <dor@ell.it> ha scritto:

> Il 29/03/2017 11:45, felice_pago@yahoo.it ha scritto:
>> allura io compro yogurt magro,
>> lo meto a sgocciolare, dalla sera alla mattina,
>> tengo da parte il siero acido che ne viene fuori.
>>
>> domanda:
>> posso usare il siero acido per fare lo yogurt da me ?
>>
>> cioe' prendo x di latte, intero comad,
>> aggiungo il siero di cui sopra,
>> lo tengo a T ambiente, e questo mi diventa yogurt ?
>>
>> che filtrato . . .
>>
>>
>> felice pago
>>
>> dengiu
>> .
>>
>
> l'arte di fare lo yogurt è difficile, anni di esperienza mi hanno fatto
> capire che l'unico sistema è versare direttamente una boccetta di yogurt
> liquido (freschissimo) in una busta di latte UHT tetrapack con tappo
> richiudibile e sistemarla per una notte sul termosifone. Occorre la
> massima attenzione e mani pulitissime per non contaminare il prodotto e
> ritrovarsi il giorno dopo con una specie di ricotta puzzolente invece di
> yogurt

davvero? Mi sembra strano, non ho tutte queste accortezze di "sterilità"
quando mi faccio lo yogurt, osservo solo le normali pratiche di pulizia e
igiene di una cucina...

Ho, infatti, una yogurtiera della Girmi che fa un onesto lavoro:
prendo un litro di latte (preferisco lo scremato), lo metto in un
recipiente, unisco 3 cucchiai colmi di latte magro in polvere, e un
barattolo di yogurt bianco (o latte fermentato?) contenente il Bifidus.
Mescolo e metto nei barattoli della yogurtiera.
La accendo, quella lentamente si scalda fino a fine ciclo (circa 12 ore),
quando i barattoli si possono prelevare e sono ancora caldi.
Ottengo uno yogurt denso e che a me piace (ok, non certo come quello
greco, anche perché è praticamente privo di grassi, ma certo, a filtrarlo,
diventerebbe anche più denso).

Mi è anche capitato la mattina di dimenticare di mettere i barattoli in
frigo, e la sera era tutto normale, i barattoli si erano raffreddati e a
temperatura ambiente, e lo yogurt era sereno e felice in attesa di finire
in frigo o di essere mangiato, senza alterazioni di odore o sapore...

Saluti,
Alessandro
Aietes 4 Apr 2017 22:17
cicero® <cicero49NOSPAM@gmail.com.invalid> ha scritto:

> On Tue, 04 Apr 2017 18:25:38 GMT, "Aietes"
> <21743invalid@mynewsgate.net> wrote:
>
>>prendo un litro di latte (preferisco lo scremato), lo metto in un
>>recipiente, unisco 3 cucchiai colmi di latte magro in polvere, e un
>>barattolo di yogurt bianco (o latte fermentato?) contenente il Bifidus.
>>Mescolo e metto nei barattoli della yogurtiera.
>
> Nel vero yogurt ci sono il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus
> termophilus. Il Bifidus è una froceria della Danone.

infatti, avevo messo tra le parentesi se fosse più corretto chiamarlo "latte
fermentato".
Avevo già letto che il latte fermentato con specie batteriche diverse da
quelle che menzioni, non si dovrebbe chiamare yogurt.
Comunque io volevo avere uno "yogurt" con un probiotico, e il "bifidus" (un
Bifidobacterium non meglio specificato, ma non della Danone, dato che la ditta
da cui compro il prodotto di base non è la Danone) mi fermenta bene il latte e
ottengo un prodotto che è simile, per caratteristiche organolettiche, allo
yogurt, ma molto più denso senza essere quella mappazza buonissima dello
yogurt greco.

Per intenderci, il prodotto che ottengo, a girare il barattolo aperto
sottosopra, non fuorisce ma devo tirarlo fuori con un cucchiaino, e rimane
leggermente granulare nella tessitura, ma forse perché dovrei mescolarlo
prima. E invece lo schiaffo nel mio muesli senza altre attese.

> Poi, perchè sprecare un barattolo di yogurt? Ne basta un cucchiaino.

Boh, nelle istruzioni della Girmi era scritto così, e così ho fatto.
Tutto sommato continerò, almeno un po' di grasso ce lo trovo nel prodotto
finale.

> Non capisco l'utilità del latte in polvere.

Senza, il prodotto risulta molto più liquido. Ho notato che non diventa più
denso se aggiungo più di 3 cucchiai, ma meno non diventa abbastanza denso.

Avendo una dieta vegetariana, cerco infatti di avere fonti proteiche
alternative: così ottengo uno prodotto denso e a contenuto proteico maggiore.

> cicero®

Alessandro
Jinx 5 Apr 2017 08:31
Il 04/04/2017 20:25, Aietes ha scritto:
> Jinx <dor@ell.it> ha scritto:
>

>> l'arte di fare lo yogurt è difficile, anni di esperienza mi hanno fatto
>> capire che l'unico sistema è versare direttamente una boccetta di yogurt
>> liquido (freschissimo) in una busta di latte UHT tetrapack con tappo
>> richiudibile e sistemarla per una notte sul termosifone. Occorre la
>> massima attenzione e mani pulitissime per non contaminare il prodotto e
>> ritrovarsi il giorno dopo con una specie di ricotta puzzolente invece di
>> yogurt
>
> davvero? Mi sembra strano, non ho tutte queste accortezze di "sterilità"
> quando mi faccio lo yogurt, osservo solo le normali pratiche di pulizia e
> igiene di una cucina...
>

il mio problema è che ah casa mi faccio anche la birra, e i lieviti sono
dappertutto facilmente contaminano anche il latte che si trasforma in
una ricotta gallegiante in un siero giallo poco invitante

> Ho, infatti, una yogurtiera della Girmi che fa un onesto lavoro:
> prendo un litro di latte (preferisco lo scremato), lo metto in un
> recipiente, unisco 3 cucchiai colmi di latte magro in polvere, e un
> barattolo di yogurt bianco (o latte fermentato?) contenente il Bifidus.
> Mescolo e metto nei barattoli della yogurtiera.
> La accendo, quella lentamente si scalda fino a fine ciclo (circa 12 ore),
> quando i barattoli si possono prelevare e sono ancora caldi.
> Ottengo uno yogurt denso e che a me piace (ok, non certo come quello
> greco, anche perché è praticamente privo di grassi, ma certo, a filtrarlo,
> diventerebbe anche più denso).
>
> Mi è anche capitato la mattina di dimenticare di mettere i barattoli in
> frigo, e la sera era tutto normale, i barattoli si erano raffreddati e a
> temperatura ambiente, e lo yogurt era sereno e felice in attesa di finire
> in frigo o di essere mangiato, senza alterazioni di odore o sapore...
>

continua così che vai forte, fin quando ti capiterà una listeria che ti
farà venire un'encefalite

> Saluti,
> Alessandro
>

ciaone
felice_pago@yahoo.it 5 Apr 2017 08:41
Il giorno martedì 4 aprile 2017 22:17:27 UTC+2, Aietes ha scritto:
> cicero® <cicero49NOSPAM@gmail.com.invalid> ha scritto:

>> Poi, perchè sprecare un barattolo di yogurt? Ne basta un cucchiaino.
>
> Boh, nelle istruzioni della Girmi era scritto così, e così ho fatto.
> Tutto sommato continerò, almeno un po' di grasso ce lo trovo nel prodotto
finale.

quoto entrambi due :)

allura mi ripeto, e correggetemi se sbaglio e dove

io prendo mio yogurt dallo scaffale del negozio,
la sera lo metto a testa in giu' a colare,
per ottenere uno yogurt alla greca.

la mattina nel contenitore sottostante,
e' colato il siero acido, quello che
contiene i *****illi per fare lo yogurt,
per capirci.

quindi da una parte mi mangio lo yogurt greco
filtrato/colato,
dall'altrra prendo il siero, e 500gr di latte intero,
li metto in un post oal calduccio, fino alla sera,
e questo dovrebbe regalarmi dell yogurtu " normale"

io alla sera, dopo le 12 ore di yogurtaggio,
prendo il vasetto lo capovolgo e lo colo/filtro,
e metto nel frigo, per ritrovarmi al mattino successivo
nel vasetto di sorpa yogurta alla greca,
e nel vasetto di sotto il seiro acido . . .
e cosi perpetuamente

mi sono capito ?
denghiu


felice pago

delfi
.
Elwood 5 Apr 2017 08:57
On Wednesday, March 29, 2017 at 1:55:46 PM UTC+2, Elwood wrote:

> Sono stato ad Atene qualche settimana fa e - se non fosse che hanno tante
altre cose buone - avrei mangiato solo yogurt :D :D

[OT]
Sono stato a Dublino per qualche giorno. In Irlanda è letteralmente impossibile
trovare yogurt intero al supermercato O_O
Ho trovato solo "low fat" "0% fat" ecc ecc... e ho cercato parecchio. Una
tristezza infinita.

--
Elwood (Peter S.)
Ops 5 Apr 2017 09:53
Il giorno martedì 4 aprile 2017 20:25:40 UTC+2, Aietes ha scritto:
>
> Ho, infatti, una yogurtiera della Girmi che fa un onesto lavoro:

Taglio qui e riporto la mia esperienza con yogurtiera (credo Severin, ma imho
una vale l'altra).

Io lo faccio partendo da un pentolino di latte* che porto a 40/45° e lì
aggiungo almeno 2/3 cucchiai di yogurt (da vasetto fresco, o da quello fatto la
volta precedente) uno alla volta mescolando e amalgamando bene, pena rischio
grumi.
Poi travaso nei vasetti della yogurtiera, lascio per 9 ore e questa si spegne
automaticamente. Se sono in zona ogni tanto asciugo il coperchio che accumula
una discreta acqua, e alla fine sposto già il tutto in modo da farlo
raffreddare prima, mi è capitato di dimenticare questi ultimi due passaggi
senza sostanziali differenze.


*latte utilizzato:
1) UHT parzialmente scremato, è di gran lunga quello dal miglior risultato di
consistenza e stabilità a scapito ovviamente di perdita di sapore, ma viene cmq
un buon prodotto leggermente acido come piace a me
2) Latte fresco intero pastorizzato, da distributore di contadino locale, qui si
riprende tutto il gusto ma il rischio di "impazzimento" è alto. Per una buona
mediazione, spesso utilizzo un mix con prevalenza di UHT (sui 2/3, a volte anche
50 e 50) così da avere discreta stabilità e sapore
3) Mi è capitato di farlo con latte crudo, stesso discorso del fresco intero ma
in quel caso l'ho fatto sobbollire per 5 minuti e poi una volta ritornato a
40/45° ho mescolato i cucchiai di yogurt.
Aietes 5 Apr 2017 18:35
felice_pago@yahoo.it <felice_pago@yahoo.it> ha scritto:

> allura mi ripeto, e correggetemi se sbaglio e dove

> e' colato il siero acido, quello che
> contiene i *****illi per fare lo yogurt,

> dall'altrra prendo il siero, e 500gr di latte intero,
> li metto in un post oal calduccio, fino alla sera,
> e questo dovrebbe regalarmi dell yogurtu " normale"

fino a qui non vedo nessun problema, di certo hai la prova che ti si riforma lo
yogurt

> io alla sera, dopo le 12 ore di yogurtaggio,
> prendo il vasetto lo capovolgo e lo colo/filtro,
> e metto nel frigo, per ritrovarmi al mattino successivo
> nel vasetto di sorpa yogurta alla greca,
> e nel vasetto di sotto il seiro acido . . .
> e cosi perpetuamente

Non so, sarei un po' perplesso a riutilizzare il siero ogni volta.
Magari non succede niente, ma potresti nel tempo far "virare" la popolazione di
fermenti verso batteri meno buoni o inavvertitamente contaminarla con batteri
patogeni che in un paio di cicli potrebbero diventare fasti*****si.

Se invece periodicamente riparti con uno yogurt commerciale come innesto, sei
certo di ricominciare con una colonia di fermenti "controllata".

IMHO
Alessandro
Aietes 5 Apr 2017 18:56
Jinx <dor@ell.it> ha scritto:


>> Mi è anche capitato la mattina di dimenticare di mettere i barattoli in
>> frigo, e la sera era tutto normale, i barattoli si erano raffreddati e a
>> temperatura ambiente, e lo yogurt era sereno e felice in attesa di finire
>> in frigo o di essere mangiato, senza alterazioni di odore o sapore...
>>
>
> continua così che vai forte, fin quando ti capiterà una listeria che ti
> farà venire un'encefalite

grazie per la gufata ;-) ma a prescindere che non sono un soggetto a rischio,
provo a confutare la tua idea.

A mio avviso sullo yogurt è ben difficile che ci cresca la Listeria, dato che
i fermenti crescono meglio e più velocemente nel latte di quanto non faccia la
Listeria, rendendo l'ambiente acido e disvitale per la stessa, almeno durante
la fermentazione.
Se la curva di crescita dei fermenti era in calo, non aveva certo smesso nelle
8 ore in più di fermentazione che potessi aver dato loro, avendoli dimenticati
fuori.

Poi lo yogurt va conservato in frigo e chiuso, per evitare sovrainoculi di
bestiacce.
Magari in queste situazioni la Listeria potrebbe trovare la possibilità di
crescerci, dato che tollera le basse temperature, ma mica ai ritmi di crescita
di temperature più alte. E in una settimana ho finito i barattoli e rifatto lo
yogurt (o latte fermentato).

E di nuovo, credo che l'acidità dello yogurt sia scoraggiante per la Listeria,
che cresce infatti meglio sulle muffe dei formaggi erborinati e su quelle dei
formaggi a crosta fiorita, non esattamente acide.

Ritornando al mio caso, sempre nelle ore in cui li ho dimenticati fuori (mica
lo faccio regolarmente) dovrebbe esserci stata una fonte di contaminazione o
una esposizione dello yogurt ai patogeni, ma i barattoli erano coperti dal
loro coperchio, e la yogurtiera ha un ulteriore coperchio.

Quindi, anche se concordo con te che non sia buona prassi dimenticarsi lo
yogurt fuori, quando mi è successo, ho ritenuto che non ci fossero problemi.

Alessandro
Jinx 6 Apr 2017 17:57
Il 05/04/2017 18:56, Aietes ha scritto:
> Jinx <dor@ell.it> ha scritto:
>
>
>> continua così che vai forte, fin quando ti capiterà una listeria che ti
>> farà venire un'encefalite
>
> grazie per la gufata ;-) ma a prescindere che non sono un soggetto a rischio,
> provo a confutare la tua idea.
>
> A mio avviso sullo yogurt è ben difficile che ci cresca la Listeria,

>
> Poi lo yogurt va conservato in frigo e chiuso, per evitare sovrainoculi di
> bestiacce.

> Ritornando al mio caso, sempre nelle ore in cui li ho dimenticati fuori (mica
> lo faccio regolarmente) dovrebbe esserci stata una fonte di contaminazione o
> una esposizione dello yogurt ai patogeni,

> Alessandro
>

sarai saputo ma con la natura non si scherza
http://bari.repubblica.it/cronaca/2016/03/04/news/yogurt-134783203/
Aietes 6 Apr 2017 21:45
Jinx <dor@ell.it> ha scritto:
>
> sarai saputo ma con la natura non si scherza
> http://bari.repubblica.it/cronaca/2016/03/04/news/yogurt-134783203/
>
be', bisogna vedere come avesse conservato lo yogurt e che tipo di yogurt avesse
usato il titolare del negozio. Magari era zuccherato e trattato per ridurrne
l'acidità (e di conseguenza la conservabilità).
Comunque la Listeria non causa intossicazioni, semmai agenti tipo il Clostridium
perfringens.

Comunque ti do ragione sul fatto che lo yogurt vada conservato in frigo, e
ribadisco che nella sua preparazione si debba fare attenzione e avere un normale
livello di igiene, quello che si usa per tutti gli alimenti sensibili.

Quello che mi aveva sorpreso era che a te lo yogurt non venisse bene se non
avevi cure speciali, ma tu reputi dipenda dai fermenti che usi per farti la
birra, e a me sta anche bene come ipotesi.

Ciao
Alessandro
Jinx 7 Apr 2017 09:02
Il 06/04/2017 21:45, Aietes ha scritto:
> Jinx <dor@ell.it> ha scritto:
>>
>> sarai saputo ma con la natura non si scherza
>> http://bari.repubblica.it/cronaca/2016/03/04/news/yogurt-134783203/
>>
> be', bisogna vedere come avesse conservato lo yogurt e che tipo di yogurt
avesse
> usato il titolare del negozio. Magari era zuccherato e trattato per ridurrne
> l'acidità (e di conseguenza la conservabilità).
> Comunque la Listeria non causa intossicazioni, semmai agenti tipo il
Clostridium
> perfringens.
>
> Comunque ti do ragione sul fatto che lo yogurt vada conservato in frigo, e
> ribadisco che nella sua preparazione si debba fare attenzione e avere un
normale
> livello di igiene, quello che si usa per tutti gli alimenti sensibili.
>

> Quello che mi aveva sorpreso era che a te lo yogurt non venisse bene se non
> avevi cure speciali, ma tu reputi dipenda dai fermenti che usi per farti la
> birra, e a me sta anche bene come ipotesi.
>
> Ciao
> Alessandro
>

nel mese di ottobre quando i lieviti fluttuano nell'aria mi è quasi
impossibile fare un buon yogurt, i lieviti arrivano sempre prima dei
fermenti a mangiarsi il latte, il risultato è abbastanza ******* dato
che per fare un buon yogurt col lievito occorre mantenersi sotto i 30
gradi.
Herik 9 Apr 2017 17:40
> Aietes <21743invalid@mynewsgate.net> wrote:
>
>> Magari non succede niente, ma potresti nel tempo far "virare" la
>> popolazione di fermenti verso batteri meno buoni o inavvertitamente
>> contaminarla con batteri patogeni che in un paio di cicli potrebbero
>> diventare fasti*****si.


hai voglia se succede.
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.