L'arte di mangiar bene
 

[semi OT]-reportage fotografico piantagioni olio di palma

Ghost Dog 24 Feb 2017 18:58
Se anche non facesse male a noi umani sicuramente ne fa molto al pianeta.
da uno dei miei siti preferiti

https://www.bostonglobe.com/news/bigpicture/2017/02/21/palm-oil-production/F1HUaMtQbObEFtaoiTJTuN/story.html?p1=BP_Headline

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
BlowGiobbe 24 Feb 2017 19:32
Il Fri, 24 Feb 2017 18:58:18 +0100, Ghost Dog ha scritto:

> Se anche non facesse male a noi umani sicuramente ne fa molto al
> pianeta.
> da uno dei miei siti preferiti
>
> https://www.bostonglobe.com/news/bigpicture/2017/02/21/palm-oil-
production/F1HUaMtQbObEFtaoiTJTuN/story.html?p1=BP_Headline
>

Non se ne esce. I punti chiave:
1)I paesi produttori sono tendenzialmente poveri e non hanno sviluppato la
benché minima sensibilità ecologica.

2)Al posto dell'olio di palma verrà coltivato altro, probabilmente a
impatto ancora peggiore.
felice_pago@yahoo.it 25 Feb 2017 09:18
Il giorno sabato 25 febbraio 2017 08:14:00 UTC+1, Giampaolo Natali ha scritto:
> *****Giobbe wrote:
>> Il Fri, 24 Feb 2017 18:58:18 +0100, Ghost Dog ha scritto:
>>
>>> Se anche non facesse male a noi umani sicuramente ne fa molto al
>>> pianeta.
>>> da uno dei miei siti preferiti
>>>
>>> https://www.bostonglobe.com/news/bigpicture/2017/02/21/palm-oil-
>> production/F1HUaMtQbObEFtaoiTJTuN/story.html?p1=BP_Headline
>>>
>>
>> Non se ne esce. I punti chiave:
>> 1)I paesi produttori sono tendenzialmente poveri e non hanno sviluppato la
>> benché minima sensibilità ecologica.
>>
>> 2)Al posto dell'olio di palma verrà coltivato altro, probabilmente a
>> impatto ancora peggiore.
>
> Aggiungo un terzo punto:
>
> dalle immagini le piantagioni mature di palma da olio sono in pratica
> foresta pluviale (non per gli oranghi).
> Quindi parrebbe che in tempi molto brevi, (10 - 15 anni?) il territorio
> torna ad essere pesantemente piantumato.

non ho visto le foto delle parti d iforesta che una volta distrutta e
piantata a palma, poi diventata improduttiva, e' rimasto il nulla,
terreno arido e prima che la foresta riprenda il suo posto,
ci vorranno quanti anni ?

> Quanto a produzioni alyernative, si afferma che olio da mais richiede 7
> volte l'area coltivata per lo stesso quantitativo di olio, colza, arachidi,
> girasole un po' meno rispetto al mais ma sempre almeno 3 - 4 volte l'olio di
> palma.

le coltivazioni di sopra insistono sui campi per 100 giorni,
il resto dell'anno puoi fare altro, per dire

la cosa che piu' mi ha fatto arrabbiare e' che quelle foreste
erano piene di essenze legnose RICCHISSIME/COSTOSISSIME,
e questi le hanno pruciate, per piantare palme, che
sulle torbiere delle foreste pluviali, producono per 1-2 decenni,
e poi bisogna bruciare piu' avanti


felice pago

torbido
.



felice pago
Ghost Dog 28 Feb 2017 17:20
Il 25/02/2017 08:13, Giampaolo Natali ha scritto:
> *****Giobbe wrote:
>> Il Fri, 24 Feb 2017 18:58:18 +0100, Ghost Dog ha scritto:
>>
>>> Se anche non facesse male a noi umani sicuramente ne fa molto al
>>> pianeta.
>>> da uno dei miei siti preferiti
>>>
>>> https://www.bostonglobe.com/news/bigpicture/2017/02/21/palm-oil-
>> production/F1HUaMtQbObEFtaoiTJTuN/story.html?p1=BP_Headline
>>>
>>
>> Non se ne esce. I punti chiave:
>> 1)I paesi produttori sono tendenzialmente poveri e non hanno sviluppato la
>> benché minima sensibilità ecologica.
>>
>> 2)Al posto dell'olio di palma verrà coltivato altro, probabilmente a
>> impatto ancora peggiore.
>
> Aggiungo un terzo punto:
>
> dalle immagini le piantagioni mature di palma da olio sono in pratica
> foresta pluviale (non per gli oranghi).
> Quindi parrebbe che in tempi molto brevi, (10 - 15 anni?) il territorio
> torna ad essere pesantemente piantumato.

Davvero, secondo te, una terreno coltivato ad alberi di alto fusto, con
trattamenti antiparassitari, concimazioni, passaggio di macchine
operatrici è la stessa cosa dell'ecosistema di una foresta pluviale?
> Quanto a produzioni alyernative, si afferma che olio da mais richiede 7
> volte l'area coltivata per lo stesso quantitativo di olio, colza, arachidi,
> girasole un po' meno rispetto al mais ma sempre almeno 3 - 4 volte l'olio di
> palma.

ma può essere coltivato in aree che non richiedono la distruzione
preventiva di foreste millenarie.
GD



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
EC 28 Feb 2017 18:09
Giampaolo Natali <nataliass@libero.it> ha scritto:

> Aggiungo un terzo punto:
> dalle immagini le piantagioni mature di palma da olio sono in pratica
> foresta pluviale (non per gli oranghi).
> Quindi parrebbe che in tempi molto brevi, (10 - 15 anni?) il territorio
> torna ad essere pesantemente piantumato.

Ciao GP!
La foresta cerca ogni giorno di riprendersi il territorio ma le piantagioni
vengono tenute pulite costantemente grazie anche ai bassissimi costi di
manovalanza. Gli oranghi hanno corridoi anche artificiali per potersi
spostare sugli alberi ma ormai il danno è fatto e difficilmente si tornerà
indietro perché il numero è ormai ridotto drasticamente. Anche elefanti
pigmei, orsi o altri mammiferi ogni tanto vengono trovati avvelenati.
Probabilmente in 10-15 anni la foresta si riprenderebbe tutto anche se le
grosse dipterocarpaceee ci metterebbero anni ed anni prima di tornare a 70-
80 metri d'altezza. Peccato perché ho perso la foto del cartello stradale
che c'è all'entrata delle piantagioni altrimenti te l'avrei spedita (mostra
un uomo a cui sparano con il fucile nella schiena).

Ciao Enrico
Ghost Dog 1 Mar 2017 08:59
Il 01/03/2017 08:53, Giampaolo Natali ha scritto:
> Ghost Dog wrote:
>> Il 25/02/2017 08:13, Giampaolo Natali ha scritto:
>>>
>>> Aggiungo un terzo punto:
>>>
>>> dalle immagini le piantagioni mature di palma da olio sono in pratica
>>> foresta pluviale (non per gli oranghi).
>>> Quindi parrebbe che in tempi molto brevi, (10 - 15 anni?) il territorio
>>> torna ad essere pesantemente piantumato.
>>
>> Davvero, secondo te, una terreno coltivato ad alberi di alto fusto, con
>> trattamenti antiparassitari, concimazioni, passaggio di macchine
>> operatrici è la stessa cosa dell'ecosistema di una foresta pluviale?
>
> La foresta pluviale E' piantumata da alberi ad alto fusto, ben più alti
> delle palme da olio.
> Dai tempo al tempo, non c'è ecosistema più veloce a ricrearsi di una foresta
> pluviale.

Se tu elimini la foresta pluviale, fai sparire tutta la fauna che ne è
parte integrante, depauperi il terreno e lo impesti di antiparassitari
rendendolo praticamente sterile, quello che crescerà dopo che te ne
sarai andato perchè il terreno non è più coltivabile non sarà
sicuramente una foresta pluviale.
E le specie animali estinte, non è che le ricrei come in Jurassic Park
dal sangue delle zanzare nell'ambra...
>>> Quanto a produzioni alyernative, si afferma che olio da mais richiede 7
>>> volte l'area coltivata per lo stesso quantitativo di olio, colza,
>>> arachidi,
>>> girasole un po' meno rispetto al mais ma sempre almeno 3 - 4 volte l'olio
>>> di
>>> palma.
>>
>> ma può essere coltivato in aree che non richiedono la distruzione
>> preventiva di foreste millenarie.
>
> Basta trovare aree gigantesche che abbiano una costante elevata
> disponibilità di acqua.
> Il mais ne richiede moltissima.

Oppure si orienta il consumo verso modelli più sostenibili.
L'obesità non è un diritto.
GD


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
gretel 1 Mar 2017 16:10
Il giorno mercoledì 1 marzo 2017 08:59:39 UTC+1, Ghost Dog ha scritto:

> Oppure si orienta il consumo verso modelli più sostenibili.
> L'obesità non è un diritto.

guarda che non è che gli altri olii o il burro NON facciano ingrassare, neh? :P

il problema, come al solito, è l' *eccessivo* consumo: se ti sfondi di crostata
della nonna fatta in casa dalle manine sante ingrassi lo stesso, anzi, forse di
più, perché costa di meno e perché hai l'impressione di mangiare "sano"...

adesso finalmente sta facendo presa l'idea che non sono solo i grassi a far
salire il colesterolo, anzi: meglio una fetta di salame ogni tanto che
strafogarsi di pastasciutta due volte al giorno tutti i giorni, soprattutto se
non fai attività fisica...
BlowGiobbe 4 Mar 2017 09:53
Il Sat, 25 Feb 2017 08:13:57 +0100, Giampaolo Natali ha scritto:

> sono in pratica foresta pluviale

Non scherziamo,dài, il livello di biodiversità di una foresta pluviale è
un altra cosa.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Herik 8 Mar 2017 09:30
gretel <salmosalar1@gmail.com> wrote:

> il problema,

sono 7 miliardi di scimmie affamate sul pianeta.
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.