L'arte di mangiar bene
 

padella antiaderente
1 | 2 |

Gi 19 Set 2016 13:35
Si è già scritto più volte in proposito ma non mi ricordo e non lo ritrovo;
quindi chiedo.
L'utilizzo senza liquidi di una normale padella antiaderente, ad esempio per
scaldare/far rinvenire un panino del giorno prima, è consigliato,
sconsigliato, dannoso, indifferente?
Grazie
Gi
Elwood 19 Set 2016 14:03
On Monday, September 19, 2016 at 1:35:49 PM UTC+2, Gi wrote:
> Si è già scritto più volte in proposito ma non mi ricordo e non lo ritrovo;

> quindi chiedo.
> L'utilizzo senza liquidi di una normale padella antiaderente, ad esempio per
> scaldare/far rinvenire un panino del giorno prima, è consigliato,
> sconsigliato, dannoso, indifferente?

Secondo me no, nel senso che io lo faccio non spesso ma ogni tanto si. Ad
esempio riscaldare la piadina. Mai notato problemi visibili.

Però, dovrebbe esserci scritto sulle istruzioni, tipo queste:
https://www.chemours.com/Teflon/it_IT/products/safety/key_questions.html#q4

Comunque io presto comprerò una pentola di "cast iron" (che se dico ferro
Mardot non mi bacchetta) per non avere preoccupazioni. Prima devo buttare
qualche pentola vecchia però.

--
Elwood (Peter S.)
ishka 19 Set 2016 15:47
Il 19/09/2016 13:35, Gi ha scritto:
> Si è già scritto più volte in proposito ma non mi ricordo e non lo
> ritrovo; quindi chiedo.
> L'utilizzo senza liquidi di una normale padella antiaderente, ad esempio
> per scaldare/far rinvenire un panino del giorno prima, è consigliato,
> sconsigliato, dannoso, indifferente?
> Grazie
> Gi

dipende dal tipo di antiaderente, se e' teflon e' molto pericoloso
Gi 19 Set 2016 17:50
"ishka" ha scritto nel messaggio
news:nroq99$4e8$2@virtdiesel.mng.cu.mi.it...

>dipende dal tipo di antiaderente, se e' teflon e' molto pericoloso

Ecco, suppongo sia proprio teflon; a dire il vero non mi ricordo ne dove ne
quando siano state comprate.
So soltanto che ogni tanto devono essere cambiate perché il fondo, dagli
oggi dagli domani si graffia; hai voglia a dirsi di starci attenti ma poi
all'atto pratico... :-(
Gi
Gi 19 Set 2016 17:52
"Elwood" ha scritto nel messaggio
news:d2f47369-a27b-4890-a214-98f931277fe6@googlegroups.com...

>Però, dovrebbe esserci scritto sulle istruzioni, tipo queste:
https://www.chemours.com/Teflon/it_IT/products/safety/key_questions.html#q4

>Comunque io presto comprerò una pentola di "cast iron" (che se dico ferro
>Mardot non mi bacchetta) per >non avere preoccupazioni. Prima devo buttare
>qualche pentola vecchia però.

Eh la padella in ferro, a casa mia non ci sarà mai; è diventata una leggenda
e le leggende, come le fole che si ascoltavano da bambini davanti al camino
acceso, tali debbono rimanere. :-)

Gi
Herik 19 Set 2016 20:55
ishka <ishka@fintamail.org> wrote:

> dipende dal tipo di antiaderente, se e' teflon e' molto pericoloso

se passi i 260°
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
Gi 19 Set 2016 22:43
"Herik" ha scritto nel messaggio
news:1mtucrd.1yaz9we1s8mgjzN%herik@heriknospaanammm.com...

>se passi i 260°

Allora vado tranquillo!
Non credo proprio che sul gas per scaldare un panino o cuocere un simil
arabo vada oltre i 100 o 150°

Gi
Herik 19 Set 2016 23:19
Gi <cippa@lippa.it> wrote:

> Allora vado tranquillo!
> Non credo proprio che sul gas per scaldare un panino o cuocere un simil
> arabo vada oltre i 100 o 150°

od*****, l'olio per il fritto arriva a oltre 200° abbastanza in fretta,
poi fuma, comunque il teflon dovrebbe reggere.

<https://www.chemours.com/Teflon/it_IT/products/safety/cookware_safety.html>
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
ishka 19 Set 2016 23:50
Il 19/09/2016 20:55, Herik ha scritto:
> ishka <ishka@fintamail.org> wrote:
>
>> dipende dal tipo di antiaderente, se e' teflon e' molto pericoloso
>
> se passi i 260°
>

dovresti documentarti meglio

il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi

i fluorurati per degradazione termica si innescano a 500 gradi
centigradi, temperatura che puoi raggiungere se non c'e' acqua che evapora.

Poi fai come credi.
Herik 20 Set 2016 07:17
ishka <ishka@fintamail.org> wrote:

> dovresti documentarti meglio
>
> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi

> i fluorurati per degradazione termica si innescano a 500 gradi
> centigradi, temperatura che puoi raggiungere se non c'e' acqua che evapora.

è una padella bruciata, non una situazione normale, l'unica differenza è
che se bruci una d'acciaio puoi grattarla.


--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
Jk 20 Set 2016 08:34
Il 19/09/2016 23.50, ishka ha scritto:

> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi

sì a 1 mm dal cono freddo della fiamma. Dai sù, per favore...

> i fluorurati per degradazione termica si innescano a 500 gradi

sul serio? a 500° ti ci devi impegnare veramente veramente tanto per
arrivarci, sempre se è possibile.
M'hai fatto venire voglia di fare un test, tanto ho sia la padella in
ferro che i termometri profesisonali adatti. Stay tuned

> centigradi, temperatura che puoi raggiungere se non c'e' acqua che evapora.

no, la dispersione sui fornelli è elevatissima, non basta eliminare l'
acqua.
Io proverò sul tripla corona col coperchio e cercando di limitare la
circolazione (quindi finestre ben chiuse e vedo se posso tenere pure la
cappa chiusa)
Cmq nei BBQ (carbone) ove la potenza disponibile è molto elevata e (nel
caso del *****ado) pure l' isolamento è molto meglio, fatichi a superare i
350-400° a vuoto, ovviamente. così giusto per rendere l' idea
Albus Dumbledore 20 Set 2016 09:08
Herik scriveva il 9/20/2016 :

> è una padella bruciata, non una situazione normale,

Bruciare una padella e' piu' che normale.
Basta usarla coprendo una piccola parte del fondo che, restando
scoperto in gran parte, non ha piu' la possibilita' di raffreddarsi
facendo evaporare l'acqua e si scalda, in un attimo, oltre i 200 gradi.
Per evitare questo, devi continuamente muovere quel che hai dentro in
modo che tocchi piu' fondo possibile, favorendo la diffusione del
calore dal fondo ad altro e tenendo bassa la temperatura.

Se, poi, quel che cuoci contiene poca acqua (es. riso), anche se
coprisse tutto il fondo, bruciare tutto e' un attimo.

--

Albus Dumbledore
Albus Dumbledore 20 Set 2016 09:11
Jk ha spiegato il 9/20/2016 :

>> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi

> sì a 1 mm dal cono freddo della fiamma. Dai sù, per favore...

No, alla fine della fiamma ossidante, che e' il punto in cui la fiamma
tocca il fondo della padella, se il piano cottura e' fatto come *******
comanda.
Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.

--

Albus Dumbledore
Jk 20 Set 2016 09:19
Il 20/09/2016 9.11, Albus Dumbledore ha scritto:

> No, alla fine della fiamma ossidante,

hai ragione mi confondevo con il cannello che ha apporto di O2 (e
tutt'altre T)

> Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
> sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.

dove? Xkè alla fine tutto dipende dalla dispersione, che varia da
pentola a pentola.
Cmq a 300° non dubito affatto di arrivarci, è a 500 che già la vedo più dura
Elwood 20 Set 2016 10:14
On Monday, September 19, 2016 at 11:50:17 PM UTC+2, ishka wrote:

> dovresti documentarti meglio

> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi

> i fluorurati per degradazione termica si innescano a 500 gradi
> centigradi, temperatura che puoi raggiungere se non c'e' acqua che evapora.
>

Con venti euro ci togliamo i pensieri:
https://www.amazon.it/Dr-Meter%C2%AE-Termometro-Digitale-Infrarossi-trattenimento/dp/B00ZOIWVZ0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1474359257&sr=8-1&keywords=pirometro


--
Elwood (Peter S.)
Albus Dumbledore 20 Set 2016 10:32
Scriveva Jk Tuesday, 9/20/2016:

>> Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
>> sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.

> dove? Xkè alla fine tutto dipende dalla dispersione, che varia da pentola a
> pentola.

Ovvio

> Cmq a 300° non dubito affatto di arrivarci,

OK.

> è a 500 che già la vedo più dura

Qui non so, credo sia una questione di tempo.
Poi, se la padella e' in rame o alluminio, in un attimo vai su di
brutto in tutta la padella.
Se in acciaio, potrebbe essere piu' lunga fuori dalla fiamma.
La fiamma blu, a quel che so, supera i 1000 gradi; se lasci una pentola
di acciaio, vuota, su un fornello, capita di vedere il fondo diventare
rosso (non in 5 minuti, eh).

--

Albus Dumbledore
Jk 20 Set 2016 10:55
Il 20/09/2016 10.32, Albus Dumbledore ha scritto:


> Poi, se la padella e' in rame o alluminio, in un attimo vai su di brutto
> in tutta la padella.

sì ma questo limita l' accumulo di calore sul fondo eh? stai aumentando
di molto la possibilità di dispersione

> Se in acciaio, potrebbe essere piu' lunga fuori dalla fiamma.

l' acciaio è molto peggiore a conduzione

> La fiamma blu, a quel che so, supera i 1000 gradi; se lasci una pentola
> di acciaio, vuota, su un fornello, capita di vedere il fondo diventare
> rosso (non in 5 minuti, eh).
>

uh! addirittura! siamo ben oltre i 500 lì allora. Successo con pentolini
sottili, immagino
Albus Dumbledore 20 Set 2016 11:49
Jk ci ha detto :

>> La fiamma blu, a quel che so, supera i 1000 gradi; se lasci una pentola
>> di acciaio, vuota, su un fornello, capita di vedere il fondo diventare
>> rosso (non in 5 minuti, eh).

> uh! addirittura! siamo ben oltre i 500 lì allora. Successo con pentolini
> sottili, immagino

Si, roba di una volta.
I fondi compositi di oggi difficile che arrivino a quelle fasi.
Ma se e' una pentola rivestita, te la giochi sicuro.

--

Albus Dumbledore
ishka 20 Set 2016 15:32
Il 20/09/2016 07:17, Herik ha scritto:
> ishka <ishka@fintamail.org> wrote:
>
>> dovresti documentarti meglio
>>
>> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi
>
>> i fluorurati per degradazione termica si innescano a 500 gradi
>> centigradi, temperatura che puoi raggiungere se non c'e' acqua che evapora.
>
> è una padella bruciata, non una situazione normale, l'unica differenza è
> che se bruci una d'acciaio puoi grattarla.
>
>

e' piu' normale di quanto si pensi

se non ricordo male intorno ai 300 gradi il teflon inizia a staccarsi
dall'alluminio, pero' dovrei ricontrollare sul libro di metallurgia
perche' la memoria a volte fa cilecca, troppe cose e poco spazio :-(
sepp 20 Set 2016 15:42
Il giorno martedì 20 settembre 2016 15:32:55 UTC+2, ishka ha scritto:
> Il 20/09/2016 07:17, Herik ha scritto:
>> ishka <ishka@fintamail.org> wrote:
>>
>>> dovresti documentarti meglio
>>>
>>> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi
>>
>>> i fluorurati per degradazione termica si innescano a 500 gradi
>>> centigradi, temperatura che puoi raggiungere se non c'e' acqua che evapora.
>>
>> è una padella bruciata, non una situazione normale, l'unica differenza è
>> che se bruci una d'acciaio puoi grattarla.
>>
>>
>
> e' piu' normale di quanto si pensi
>
> se non ricordo male intorno ai 300 gradi il teflon inizia a staccarsi
> dall'alluminio, pero' dovrei ricontrollare sul libro di metallurgia
> perche' la memoria a volte fa cilecca, troppe cose e poco spazio :-(

Esistono zilioni di griglie e piastre teflonate da usare sul gas da qualche
decennio. Qualcuna ce l'ho anch'io. Secondo te, se fosse vagamente pericoloso,
sarebbero in commercio?
ishka 20 Set 2016 15:54
Il 20/09/2016 09:19, Jk ha scritto:
> Il 20/09/2016 9.11, Albus Dumbledore ha scritto:
>
>> No, alla fine della fiamma ossidante,
>
> hai ragione mi confondevo con il cannello che ha apporto di O2 (e
> tutt'altre T)
>
>> Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
>> sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.
>
> dove? Xkè alla fine tutto dipende dalla dispersione, che varia da
> pentola a pentola.
> Cmq a 300° non dubito affatto di arrivarci, è a 500 che già la vedo più
> dura
>
>

il dardo azzurro del metano e' a 1400 gradi, ovvio che non ci arrivi in
padella ma a 300 molti trattamenti antiaderenti economici si staccano
dall'alluminio, esperienza diretta.
ishka 20 Set 2016 15:58
Il 20/09/2016 10:55, Jk ha scritto:

> uh! addirittura! siamo ben oltre i 500 lì allora. Successo con pentolini
> sottili, immagino

pentolini sottili li buchi

io quando mi necessita ci modello l'acciaio armonico delle molle perche'
non ho altro per farlo, infatti ho sistemato cosi la molla del trapano a
colonna che si era spezzata arrivi quasi al giallo ovvio che non va al
bianco ma solo perche' e' metano e non acetilene
Jk 20 Set 2016 16:07
Il 20/09/2016 15.54, ishka ha scritto:

> il dardo azzurro del metano e' a 1400 gradi, ovvio che non ci arrivi in
> padella

perfetto, mi premeva che non passasse l' idea che si arrivi a 1000°su un
fondo da 1cm di pentola.

> ma a 300 molti trattamenti antiaderenti economici si staccano
> dall'alluminio, esperienza diretta.

non ne dubito.
Herik 20 Set 2016 20:07
Jk <jk@people.it> wrote:

> uh! addirittura! siamo ben oltre i 500 lì allora. Successo con pentolini
> sottili, immagino

lascia perdere che a mia moglie è riuscito con una pentola a pressione
LIDL con un ottimo fondo, è riuscita a fondere la plastica del motore
della cappa sopra, mi sono svegliato a notte fonda con la casa invasa
dal fumo della plastica e la pentola nera, era stata dimenticata a
ridurre del brodo sulla fiamma tripla, ci è andata molto bene che
abbiamo solo cambiato la cappa e buttato la pentola.
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
Herik 20 Set 2016 20:07
Luca_B <useless@address.com> wrote:

> il che fa si che la tua pentola in alluminio di sciolga ben prima (a 660°C)

eh! :D

--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
misterioso 20 Set 2016 22:25
Il Tue, 20 Sep 2016 09:11:42 +0200, Albus Dumbledore nel suo delirio ha
scritto:

> Jk ha spiegato il 9/20/2016 :
>
>>> il fornello a metano di casa arriva a 1400 gradi centigradi
>
>> sì a 1 mm dal cono freddo della fiamma. Dai sù, per favore...
>
> No, alla fine della fiamma ossidante, che e' il punto in cui la fiamma
> tocca il fondo della padella, se il piano cottura e' fatto come *******
> comanda.
> Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
> sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.

io ricordo che fondevo i pesi in piombo dei cerchioni auto per farmi le
pallottole da usare nel revolver ad avancarica,
e lo facevo sul fornello a gas con un piccolo crogiolo.
il punto di fusione del piombo è 327.5 gradi, quindi il fornello a gas
raggiunge e supera largamente i 300 gradi.



Misterioso
ishka 20 Set 2016 23:46
Il 20/09/2016 15:42, sepp ha scritto:

> Esistono zilioni di griglie e piastre teflonate da usare sul gas da qualche
decennio. Qualcuna ce l'ho anch'io. Secondo te, se fosse vagamente pericoloso,
sarebbero in commercio?

e si quelle vecchie meglio buttarle....

hai mai saputo che l’acido perfluoroottanoico e' stato eliminato durante
la fase di produzione del teflon... chiediti il perche'.
ishka 20 Set 2016 23:48
Il 20/09/2016 16:07, Jk ha scritto:
> Il 20/09/2016 15.54, ishka ha scritto:
>
>> il dardo azzurro del metano e' a 1400 gradi, ovvio che non ci arrivi in
>> padella
>
> perfetto, mi premeva che non passasse l' idea che si arrivi a 1000°su un
> fondo da 1cm di pentola.

ovvio che no ma anche con ossicetilenico non arrivi a 3000 gradi a 1cm
dalla pentola

pero' forse a 2800 si ...
Albus Dumbledore 21 Set 2016 09:37
misterioso ci ha detto :

>> No, alla fine della fiamma ossidante, che e' il punto in cui la fiamma
>> tocca il fondo della padella, se il piano cottura e' fatto come *******
>> comanda.
>> Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
>> sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.

> io ricordo che fondevo i pesi in piombo dei cerchioni auto per farmi le
> pallottole da usare nel revolver ad avancarica, e lo facevo sul fornello a
> gas con un piccolo crogiolo. il punto di fusione del piombo è 327.5 gradi,
> quindi il fornello a gas raggiunge e supera largamente i 300 gradi.

Solo una precisazione: che anni erano?
Non credo si usasse il metano, in quel periodo. O si'?

--

Albus Dumbledore
sepp 21 Set 2016 09:59
Il giorno martedì 20 settembre 2016 23:46:41 UTC+2, ishka ha scritto:
> Il 20/09/2016 15:42, sepp ha scritto:
>
>> Esistono zilioni di griglie e piastre teflonate da usare sul gas da qualche
decennio. Qualcuna ce l'ho anch'io. Secondo te, se fosse vagamente pericoloso,
sarebbero in commercio?
>
> e si quelle vecchie meglio buttarle....

Parli di roba vecchia... ma vecchia quanto?

> hai mai saputo che l’acido perfluoroottanoico e' stato eliminato durante
> la fase di produzione del teflon... chiediti il perche'.

Me lo sono chiesto e ho trovato le risposte. E' un problema che attiene alla
produzione della padella. Non dell'uso. E' da mo che gira questa info.
misterioso 21 Set 2016 10:33
Il Wed, 21 Sep 2016 09:37:12 +0200, Albus Dumbledore nel suo delirio ha
scritto:

> misterioso ci ha detto :
>
>>> No, alla fine della fiamma ossidante, che e' il punto in cui la fiamma
>>> tocca il fondo della padella, se il piano cottura e' fatto come *******
>>> comanda.
>>> Nella peggiore delle ipotesi, se la fiamma e' molto alta e schiacciata,
>>> sei, comunque, sopra i 300 gradi di un bel pezzo.
>
>> io ricordo che fondevo i pesi in piombo dei cerchioni auto per farmi le
>> pallottole da usare nel revolver ad avancarica, e lo facevo sul fornello a
>> gas con un piccolo crogiolo. il punto di fusione del piombo è 327.5 gradi,
>> quindi il fornello a gas raggiunge e supera largamente i 300 gradi.
>
> Solo una precisazione: che anni erano?
> Non credo si usasse il metano, in quel periodo. O si'?

era metano, 30 anni fa.



Misterioso

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.