L'arte di mangiar bene
 

Il chimico e l'olio di palma
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |

felice_pago@yahoo.it 28 Set 2016 09:53
Il giorno mercoledì 28 settembre 2016 08:49:18 UTC+2, Gi ha scritto:
> al punto 7 e 8
>
>
http://cucina.corriere.it/salone-del-gusto/cards/olio-palma-dieci-cose-sapere-accuse-nuove-assoluzioni/ultima-tesi_principale.shtml

tiene famiglia


felice pago

ovvove
.
Jk 28 Set 2016 10:17
Il 28/09/2016 9.53, felice_pago@yahoo.it ha scritto:
>>
http://cucina.corriere.it/salone-del-gusto/cards/olio-palma-dieci-cose-sapere-accuse-nuove-assoluzioni/ultima-tesi_principale.shtml
>
> tiene famiglia

????

è coerente, logico, scientifico. Cosa c'è che non va? Poi adesso (se n'è
accorta persino mia moglie) a livello industriale è tutto un
"SENZA OLIO DI PALMA" la nuova moda x farti pensare che mangi sano...
Gi 28 Set 2016 10:43
ha scritto nel messaggio
news:72540d7d-a64d-4dfc-8ce3-7e1bbac650e1@googlegroups.com...

>tiene famiglia

Strano assunto! :-(

Gi
Gi 28 Set 2016 10:45
"Jk" ha scritto nel messaggio news:nsfudl$4cj$1@dont-email.me...

>è coerente, logico, scientifico. Cosa c'è che non va? Poi adesso (se n'è
>accorta persino mia moglie) a livello industriale è tutto un
>"SENZA OLIO DI PALMA" la nuova moda x farti pensare che mangi sano...

Ma è più comodo ascoltare dal parrucchiere il pensiero dell'amica della
cugina della portinaia del numer duu. :-(

Gi
Albus Dumbledore 28 Set 2016 10:46
Jk ha usato la sua tastiera per scrivere :

>>>
http://cucina.corriere.it/salone-del-gusto/cards/olio-palma-dieci-cose-sapere-accuse-nuove-assoluzioni/ultima-tesi_principale.shtml

> è ... scientifico.

Su che basi un articolo del Corriere diventa "scientifico"?

--

Albus Dumbledore
fil rouge 28 Set 2016 10:51
Il 28/09/2016 09:53, felice_pago@yahoo.it ha scritto:
> Il giorno mercoledì 28 settembre 2016 08:49:18 UTC+2, Gi ha scritto:
>> al punto 7 e 8
>>
>>
http://cucina.corriere.it/salone-del-gusto/cards/olio-palma-dieci-cose-sapere-accuse-nuove-assoluzioni/ultima-tesi_principale.shtml
>
> tiene famiglia
>
>
> felice pago
>
> ovvove
> ..
>

Mi sembra in linea con quanto ha sempre sostenuto: non esistono alimenti
che fanno bene o male di per sè.
I problemi nascono quando il marketing delle aziende e la "moda"
indirizzano il popolo beota verso sempre nuovi fanatismi alimentari.
Ghost Dog 28 Set 2016 10:56
Il 28/09/2016 08:49, Gi ha scritto:
> al punto 7 e 8
>
>
http://cucina.corriere.it/salone-del-gusto/cards/olio-palma-dieci-cose-sapere-accuse-nuove-assoluzioni/ultima-tesi_principale.shtml
>

Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
insostenibilità ambientale della produzione.
Anche la certificazione è, al 99%, fuffa: un interesante servizio di
Report della scorsa primavera faceva vedere come l'organismo
certificatore sia un cosorzio dei produtotri industriali.
In Malesia è in atto una desertificazione della biodiversità per creare
le nuove piantagioni: uno scempio!
GD
Jk 28 Set 2016 11:03
Il 28/09/2016 10.46, Albus Dumbledore ha scritto:

> Su che basi un articolo del Corriere diventa "scientifico"?
>

no mica l'articolo, solo il parere di Dario...
Albus Dumbledore 28 Set 2016 11:17
Nel suo scritto precedente, Jk ha sostenuto :

>> Su che basi un articolo del Corriere diventa "scientifico"?

> no mica l'articolo, solo il parere di Dario...

Ma io non lo vedo.
Dov'e'?

--

Albus Dumbledore
ludwig 28 Set 2016 11:31
"Albus Dumbledore" ha scritto nel messaggio news:nsg1mh$f00$1@dont-email.me...

Nel suo scritto precedente, Jk ha sostenuto :

>>> Su che basi un articolo del Corriere diventa "scientifico"?

>> no mica l'articolo, solo il parere di Dario...

>Ma io non lo vedo.
>Dov'e'?

Scheda 7 e 8

Ma è riportato un parere senza alcun supporto o ragionamento scientifico.

Bye, Ludwig.
Albus Dumbledore 28 Set 2016 11:59
ludwig ha pensato forte :

>>Ma io non lo vedo.
>>Dov'e'?

> Scheda 7 e 8

Azz...
Mi sono fermato alla 3.

> Ma è riportato un parere senza alcun supporto o ragionamento scientifico.

Vado a vede'...

--

Albus Dumbledore
Albus Dumbledore 28 Set 2016 12:02
Il 9/28/2016, Albus Dumbledore ha detto :

> Azz...
> Mi sono fermato alla 3.

>> Ma è riportato un parere senza alcun supporto o ragionamento scientifico.

> Vado a vede'...

Visto.
Be', nulla di nuovo sotto il sole.

--

Albus Dumbledore
gretel 28 Set 2016 12:19
Il giorno mercoledì 28 settembre 2016 12:00:23 UTC+2, Albus Dumbledore ha
scritto:

> Visto.
> Be', nulla di nuovo sotto il sole.

che fai, mi passi dalla parte complottara? :P

"Alcuni campioni di Novellino Vegano – lotto 17/02/2017 sono stati *****izzati
da un organismo di controllo, il quale ha riscontrato un elevato numero di
perossidi in uno di essi. I perossidi sono generati dall’ossidazione della
materia grassa del prodotto, nel caso del Novellino Vegano dall’irrancidimento
dell’olio di semi di girasole. I perossidi incidono sulle proprietà
organolettiche dell’alimento, ma non costituiscono un rischio per la sicurezza
del consumatore. Occorre sottolineare, inoltre, che la decisione dell’azienda
di evitare l’utilizzo di oli tropicali, in favore di oli nobili come l’olio
extra vergine di oliva o, appunto, l’olio di semi di girasole, la espone con
maggiore facilità a questo tipo di inconvenienti."
gretel 28 Set 2016 12:20
Il giorno mercoledì 28 settembre 2016 10:51:16 UTC+2, fil rouge ha scritto:

> Mi sembra in linea con quanto ha sempre sostenuto: non esistono alimenti
> che fanno bene o male di per sè.
> I problemi nascono quando il marketing delle aziende e la "moda"
> indirizzano il popolo beota verso sempre nuovi fanatismi alimentari.

se leggi il forum nutrizione del corriere della sera dice da sempre le stesse
identiche cose, ma adesso va di moda dar contro agli esperti per partito
preso... :P
gretel 28 Set 2016 12:22
> indirizzano il popolo beota verso sempre nuovi fanatismi alimentari.

dimenticavo di citare i polifosfati: una volta reano MORTALI, adesso sono
dappertutto, come prima, e non se li gaga più nessuno... :P

mi siedo sulla sponda del torrente in attesa di veder passare il cadavere
dell'olio di palma! :D
Albus Dumbledore 28 Set 2016 12:23
gretel scriveva il 9/28/2016 :

>> Visto.
>> Be', nulla di nuovo sotto il sole.

> che fai, mi passi dalla parte complottara? :P

????
Perche'?
Nelle osservazioni di Dario non c'e' nulla di nuovo.

--

Albus Dumbledore
Albus Dumbledore 28 Set 2016 12:25
fil rouge ha detto questo Wednesday :

> I problemi nascono quando il marketing delle aziende e la "moda" indirizzano
> il popolo beota verso sempre nuovi fanatismi alimentari.

Il vero problema, oggi?
Concedere l'accesso alla rete a chiunque.
Come diceva Eco, ci sono troppi i*****ti che possono accedere alla rete.

http://www.corriere.it/foto-gallery/tecnologia/cyber-cultura/16_settembre_27/buca-iphone-7-jack-cuffie-scherzo-bufala-914b7f58-8493-11e6-953a-a53de5957c4c.shtml

--

Albus Dumbledore
Albus Dumbledore 28 Set 2016 12:27
gretel ci ha detto :

> mi siedo sulla sponda del torrente in attesa di veder passare il cadavere
> dell'olio di palma! :D

Sta gia' passando, per fortuna.
Ora in tutti gli spot di prodotti da forno passa, in bella vista, il
logo "Niente olio di palma".
C'e' anche chi si vanta di non averlo mai usato, mentendo
spudoratamente.

Abbiamo il ******* burro? E usiamolo, per la miseria.

--

Albus Dumbledore
gretel 28 Set 2016 12:54
Il giorno mercoledì 28 settembre 2016 12:25:31 UTC+2, Albus Dumbledore ha
scritto:

> Abbiamo il ******* burro? E usiamolo, per la miseria.

così i vegani non potranno più mangiare niente, e anche quelli che
burro=infarto! :P

invece, una volta...

https://ilsotterraneodelretronauta.files.wordpress.com/2015/04/10264345_10204256489465007_839488851978900175_n.jpg
Albus Dumbledore 28 Set 2016 13:00
Sembra che gretel abbia detto :

>> Abbiamo il ******* burro? E usiamolo, per la miseria.

> così i vegani non potranno più mangiare niente, e anche quelli che
> burro=infarto! :P

Ma che schiattino tutti e pace.
Darwin vincera' comunque.

ROTFL

> invece, una volta...
>
https://ilsotterraneodelretronauta.files.wordpress.com/2015/04/10264345_10204256489465007_839488851978900175_n.jpg

Bellissimo!

--

Albus Dumbledore
Doobie 28 Set 2016 13:49
On Wed, 28 Sep 2016 10:56:59 +0200, Ghost Dog
<ghost_dog_don't_works_@g.it> wrote:

>Anche la certificazione è, al 99%, fuffa: un interesante servizio di
>Report della scorsa primavera faceva vedere come l'organismo
>certificatore sia un cosorzio dei produtotri industriali.

Qui https://goo.gl/7znHb1
DrMorbius 28 Set 2016 16:27
Jk <jk@people.it> ha scritto:


> no mica l'articolo, solo il parere di Dario...

e' un parere generico, abbastanza condivisibile , ma credo sia stato
"estrapolato" da un discorso più vasto.

Per come la vedo io è giusto non demonizzare l'olio di palma , rimane ( almeno
quello usato nell'industria dolciaria) un olio di poco pregio e secondo la gia
citata ricerca , abbastanza ricco di quelle molecole "cattive" che sarebbe pure
meglio evitare.
Molecole che si come dice Bressanini, sono presenti anche in altri olli , ma
forse in quantità ******* sempre se ci fidiamo della ricerca in questione.

Insomma in parole povere è un olio rinunciabile , ma che temo verra sostituito
da oli di simil poco pregio e che quindi cambierà poco o niente.
In linea di massima se vogliamo essere salutistici a tutti i costi , merendine e

prodotti industriali del genere andrebbero sempre evitati o consumati con
moderazione , olio o non olio di palma.

Discorso diverso andrebbe fatto per l'olio di palma crudo che probabilmente è
sano tanto quanto altri oli crudi.


--
DrMorbius
Mardot 28 Set 2016 16:48
Il 28/09/2016 10:56, Ghost Dog ha scritto:

> Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
> insostenibilità ambientale della produzione.

Allora per coerenza dovresti essere vegano (e forse non basterebbe)
Ghost Dog 28 Set 2016 16:57
Il 28/09/2016 16:48, Mardot ha scritto:
> Il 28/09/2016 10:56, Ghost Dog ha scritto:
>
>> Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
>> insostenibilità ambientale della produzione.
>
> Allora per coerenza dovresti essere vegano (e forse non basterebbe)
>
assolutamente no.
ci sono coltivazioni ed allevamenti sostenibili, altri meno, altri per
niente.
Essere carnivori o vegetariani o onnivori non ha niente a che fare con
il concetto di sostenibilità.
Onestamente una b*****izzazione di questa portata da te non me la
aspettavo....
Jamie 28 Set 2016 17:11
On 28/09/2016 10:56, Ghost Dog wrote:

>
> Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
> insostenibilità ambientale della produzione.
> Anche la certificazione è, al 99%, fuffa: un interesante servizio di
> Report della scorsa primavera faceva vedere come l'organismo
> certificatore sia un cosorzio dei produtotri industriali.
> In Malesia è in atto una desertificazione della biodiversità per creare
> le nuove piantagioni: uno scempio!
> GD

Però dicono anche che per avere la stessa resa della palma con girasole
e colza, ad esempio, servono circa 5-7 volte di superficie coltivabile.
Non so se alla fine c'è un guadagno ad abbandonare l'olio di palma.
ludwig 28 Set 2016 17:15
"Ghost Dog" ha scritto nel messaggio news:nsgloj$1nig$1@gioia.aioe.org...

Il 28/09/2016 16:48, Mardot ha scritto:
> Il 28/09/2016 10:56, Ghost Dog ha scritto:
>
>>> Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
>>> insostenibilità ambientale della produzione.
>
>> Allora per coerenza dovresti essere vegano (e forse non basterebbe)
>
>assolutamente no.
>ci sono coltivazioni ed allevamenti sostenibili, altri meno, altri per niente.

La sostenibilità o meno chi la determina??

Perchè secondo me coltivando sempre e cmq forzi la natura e quindi
è tutto "insostenibile" portando il ragionamento in eccesso.

Quando è sostenibile??

E se riusciamo a fare davvero tutto sostenibile quanti morirebbero di fame entro

fine anno??

Bye, Ludwig.
Mardot 28 Set 2016 17:21
Il 28/09/2016 16:57, Ghost Dog ha scritto:
> Il 28/09/2016 16:48, Mardot ha scritto:
>> Il 28/09/2016 10:56, Ghost Dog ha scritto:
>>
>>> Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
>>> insostenibilità ambientale della produzione.
>>
>> Allora per coerenza dovresti essere vegano (e forse non basterebbe)
>>
> assolutamente no.
> ci sono coltivazioni ed allevamenti sostenibili, altri meno, altri per
> niente.
> Essere carnivori o vegetariani o onnivori non ha niente a che fare con
> il concetto di sostenibilità.
> Onestamente una b*****izzazione di questa portata da te non me la
> aspettavo....

... cosi' come non mi aspettavo da te il non tener conto che al mondo
siamo in piu' di 5 miliardi, e quindi questi ragionamenti andrebbero
fatti su questa scala.

In pratica, se tutto il mondo puntasse allo stesso tenore di vita (e sto
parlando solamente di regime alimentare), includendo nella propria dieta
la carne e il pesce in quantita' e tipologie tipo le nostre, non ci
sarebbe alcun tipo di speranza sulla sostenibilita' di tali allevamenti.
Men che meno se pretendessimo di attingere dalle risprse naturali a
disposizione.

Ma uno che fornisce una motivazione etica di sostenibilita', non puo'
pensare che una cosa e' sostenibile solo grazie al fatto che non tutti
hanno la possibilita' di accedervi.

Vedi che la mia non era una b*****izzazione, ma un'*****isi molto piu'
equa (=> equita') del problema su scala globale?
Ghost Dog 28 Set 2016 17:27
Il 28/09/2016 17:15, ludwig ha scritto:
>
>
> "Ghost Dog" ha scritto nel messaggio news:nsgloj$1nig$1@gioia.aioe.org...
>
> Il 28/09/2016 16:48, Mardot ha scritto:
>> Il 28/09/2016 10:56, Ghost Dog ha scritto:
>>
>>>> Quello che mi spinge ad evitare prodotti con olio di palma è la
>>>> insostenibilità ambientale della produzione.
>>
>>> Allora per coerenza dovresti essere vegano (e forse non basterebbe)
>>
>> assolutamente no.
>> ci sono coltivazioni ed allevamenti sostenibili, altri meno, altri per
>> niente.
>
> La sostenibilità o meno chi la determina??
>
> Perchè secondo me coltivando sempre e cmq forzi la natura e quindi
> è tutto "insostenibile" portando il ragionamento in eccesso.
>
> Quando è sostenibile??
>
> E se riusciamo a fare davvero tutto sostenibile quanti morirebbero di
> fame entro fine anno??
>
> Bye, Ludwig.
>
>

La sostenibilità è una equazione che ha tra le variabili principali il
bilancio nell'uso di risorse naturali (non deve portare al
depauperamento) la sostenibilità economica e l'impatto sociale.
Semplificando, se hai un pollaio i cui volatili si riproducono e tu ne
mangi meno di quelli che nascono e che farai accopiare e riprodurre, le
cui condizioni di vita rispettano il loro benessere e che vengono poi
soppressi con il minimo di crudeltà possibile, nutriti da vegetali che
ti coltivi tu, limitando al minimo l'uso di pesticidi e fertilizzandoli
con la pollina dei suddetti volatili, hai un circolo virtuoso al 100%
sostenibile.
Pur rimanendo un cattivissimo carnivoro :)
GD
Albus Dumbledore 28 Set 2016 17:29
Il 9/28/2016, Mardot ha detto :

> Ma uno che fornisce una motivazione etica di sostenibilita', non puo' pensare
> che una cosa e' sostenibile solo grazie al fatto che non tutti hanno la
> possibilita' di accedervi.

Potrei chiederti cosa pensi del fatto che per nutrire in modo massivo i
5 miliardi (mi sa che sei rimasto al 1990) la qualita' dei prodotti
possa calare, ma non te lo chiedero'.
8-)

--

Albus Dumbledore
Albus Dumbledore 28 Set 2016 17:32
Sembra che Ghost Dog abbia detto :

> Semplificando, se hai un pollaio i cui volatili si riproducono e tu ne mangi
> meno di quelli che nascono e che farai accopiare e riprodurre, le cui
> condizioni di vita rispettano il loro benessere e che vengono poi soppressi
> con il minimo di crudeltà possibile, nutriti da vegetali che ti coltivi tu,
> limitando al minimo l'uso di pesticidi e fertilizzandoli con la pollina dei
> suddetti volatili, hai

... o il pollaio di Mardot o sei su Scherzi a parte.

ROTFL

--

Albus Dumbledore

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.