L'arte di mangiar bene
 

A proposito di olio da supermercato

Desca@work 5 Apr 2016 14:33
Durante l'anno scorso, complice la crisi produttiva e il fatto che fossi a
secco di olio prodotto da conoscenti, ho fatto alcune prove comprando qua e
la e ho scoperto questo che mi ha soddisfatto molto, ho finalmente un
prodotto di "ripiego" (ripiego e' esagerato, l'ho trovato meglio anche di
oli da 15 euro presi in gioielleria...).

Se siete a secco e lo trovate dategli una chance, prezzo sugli 8 euro nei
super "simply" a Roma

http://www.oliotrasimeno.com/olio-di-oliva/3#!/100-italiano/biologico-7
Jamie 5 Apr 2016 18:03
On 05/04/2016 14:33, Desca@work wrote:
> Durante l'anno scorso, complice la crisi produttiva e il fatto che fossi a
> secco di olio prodotto da conoscenti, ho fatto alcune prove comprando qua e
> la e ho scoperto questo che mi ha soddisfatto molto, ho finalmente un
> prodotto di "ripiego" (ripiego e' esagerato, l'ho trovato meglio anche di
> oli da 15 euro presi in gioielleria...).
>
> Se siete a secco e lo trovate dategli una chance, prezzo sugli 8 euro nei
> super "simply" a Roma
>
> http://www.oliotrasimeno.com/olio-di-oliva/3#!/100-italiano/biologico-7
>
>

biologico a 8€ al litro? è regalato praticamente
Gi 5 Apr 2016 18:10
"Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne0ndo$6uc$1@dont-email.me...

>biologico a 8€ al litro? è regalato praticamente

Leggere attentamente la descrizione sarebbe sempre utile; il massimo sarebbe
poter leggere cosa c'è scritto sull'etichetta.

Gi
Greg 5 Apr 2016 18:13
Il 05/04/2016 18:03:07 Jamie ha scritto:
> On 05/04/2016 14:33, Desca@work wrote:
>> Durante l'anno scorso, complice la crisi produttiva e il fatto che fossi a
>> secco di olio prodotto da conoscenti, ho fatto alcune prove comprando qua e
>> la e ho scoperto questo che mi ha soddisfatto molto, ho finalmente un
>> prodotto di "ripiego" (ripiego e' esagerato, l'ho trovato meglio anche di
>> oli da 15 euro presi in gioielleria...).
>>
>> Se siete a secco e lo trovate dategli una chance, prezzo sugli 8 euro nei
>> super "simply" a Roma
>>
>> http://www.oliotrasimeno.com/olio-di-oliva/3#!/100-italiano/biologico-7
>>
> biologico a 8€ al litro? è regalato praticamente

L'olio extravergine si raccoglie a ottobre prima che arriva qualsiasi moschina,
per cui non
necessita di alun veleno. E' biologico naturalmente senza fare nulla.

Se invece non si fa l'evo e si raccoglie a caduta novembre-dicembre-gennaio
occorre spruzzare
veleni gia ad agosto.

Per cui produrre l'extravergine biologico costa meno del vergine-lampante non
biologico

--
Greg
David 5 Apr 2016 18:30
Nel suo scritto precedente, Greg ha sostenuto :
> Il 05/04/2016 18:03:07 Jamie ha scritto:
>> On 05/04/2016 14:33, Desca@work wrote:
>>> Durante l'anno scorso, complice la crisi produttiva e il fatto che fossi a
>>> secco di olio prodotto da conoscenti, ho fatto alcune prove comprando qua e
>>> la e ho scoperto questo che mi ha soddisfatto molto, ho finalmente un
>>> prodotto di "ripiego" (ripiego e' esagerato, l'ho trovato meglio anche di
>>> oli da 15 euro presi in gioielleria...).
>>>
>>> Se siete a secco e lo trovate dategli una chance, prezzo sugli 8 euro nei
>>> super "simply" a Roma
>>>
>>> http://www.oliotrasimeno.com/olio-di-oliva/3#!/100-italiano/biologico-7
>>>
>> biologico a 8€ al litro? è regalato praticamente
>
> L'olio extravergine si raccoglie a ottobre prima che arriva qualsiasi
> moschina, per cui non necessita di alun veleno. E' biologico naturalmente
> senza fare nulla.

Sei sicuro? Ti posso assicurare che le olive diventano ricettive alle
punture della ******* olearea nella fase di indurimento del nocciolo e
quindi nel mese di luglio

--
David
Jamie 5 Apr 2016 19:39
On 05/04/2016 18:10, Gi wrote:
> "Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne0ndo$6uc$1@dont-email.me...
>
>> biologico a 8€ al litro? è regalato praticamente
>
> Leggere attentamente la descrizione sarebbe sempre utile; il massimo
> sarebbe poter leggere cosa c'è scritto sull'etichetta.
>
> Gi

ho aperto il link ma non la scheda tecnica, cosa avrei dovuto scoprire?
non è un prezzo al litro?
Greg 5 Apr 2016 19:59
Il 05/04/2016 18:30:12 David ha scritto:

> Sei sicuro? Ti posso assicurare che le olive diventano ricettive alle
> punture della ******* olearea nella fase di indurimento del nocciolo e
> quindi nel mese di luglio

Si, ma ad ottobre sono ancora sane, non si è ancora sviluppato nulla dentro il
frutto.
E comunque uno controlla, prima di vedere una sola oliva con la macchia ha gia
l'olio in casa

--
Greg
Gi 5 Apr 2016 21:55
"Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne0t2i$uhf$1@dont-email.me...

>ho aperto il link ma non la scheda tecnica, cosa avrei dovuto scoprire? non
>è un prezzo al litro?

La sk tecnica non racconta niente di più di quanto appaia nella pagina di
cui al link.
Dice cioè che si tratta di un generico olio italiano, quindi olio riveniente
da enne qualità di olive che almeno spero vengano frante nei differenti
punti di coltivazione/raccolta e poi il prodotto acquistato e trasferito nel
luogo di imbottigliamento, battezzato e commercializzato.
Cosa differente sarebbe se le olive raccolte nelle varie regioni venissero
trasferite prima di essere frante.
In conclusione non sto dicendo che non sia un olio buono, sempre per chi
piace, sicuramente sarà, il condizionale in questi casi è d'obbligo,
migliore di un olio derivante da olive comunitarie, ma di olii dichiarati
italiani a prezzi inferiori se ne trovano diversi in commercio e non solo
nella GDO.
Sul biologico non mi pronuncio, sia perché non ho competenze nel settore
agricolo, sia perché il prefisso "bio" ultimamente ha inflazionato il
parlare comune venendo utilizzato sovente a sproposito.
Gi
Jamie 6 Apr 2016 00:15
On 05/04/2016 21:55, Gi wrote:

> Sul biologico non mi pronuncio, sia perché non ho competenze nel settore
> agricolo, sia perché il prefisso "bio" ultimamente ha inflazionato il
> parlare comune venendo utilizzato sovente a sproposito.
> Gi

guarda io facevo solo un commento sul prezzo paragonandolo ad altri olii
bio che ho visto in giro, anche quelli a marchio tipo slunga, che
normalmente costano un po' meno di quelli più blasonati, e specie
quest'anno non ho visto niente intorno a quel prezzo.
David 6 Apr 2016 08:02
Il 05/04/2016, Greg ha detto :
> Il 05/04/2016 18:30:12 David ha scritto:
>
>> Sei sicuro? Ti posso assicurare che le olive diventano ricettive alle
>> punture della ******* olearea nella fase di indurimento del nocciolo e
>> quindi nel mese di luglio
>
> Si, ma ad ottobre sono ancora sane, non si è ancora sviluppato nulla dentro
> il frutto. E comunque uno controlla, prima di vedere una sola oliva con la
> macchia ha gia l'olio in casa

No, ti sbagli. Se ti riferisci al fatto che nelle regioni più ******* le
temperature estive rallentano molto il ciclo vitale o addirittura
rendono sterili le punture hai ragione, ma questo non mette al riparo
le olive dai danni. L'estate del 2014 fresca e piovosa docet. Leggiti
qualche articolo sul ciclo biologico della ******* olearia.

--
David
Desca 6 Apr 2016 08:18
"Gi" ha scritto nel messaggio news:dmi6b2FfhaoU1@mid.individual.net...

>Leggere attentamente la descrizione sarebbe sempre utile; il massimo
>sarebbe poter leggere cosa c'è scritto sull'etichetta.

La fotografo la prossima volta che passo al super :)
Gi 6 Apr 2016 08:51
"Desca" ha scritto nel messaggio news:ne29n7$v9p$1@gioia.aioe.org...

>La fotografo la prossima volta che passo al super :)

Non serve, non può certo dire di più di quanto scritto sul sito sk tecnica
compresa o di differente.

Gi
Gi 6 Apr 2016 08:52
"Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne1d8j$40o$1@dont-email.me...

>guarda io facevo solo un commento sul prezzo paragonandolo ad altri olii

E io parlavo in generale

Buona giornata
Gi
Jamie 6 Apr 2016 12:02
On 06/04/2016 08:52, Gi wrote:
> "Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne1d8j$40o$1@dont-email.me...
>> guarda io facevo solo un commento sul prezzo paragonandolo ad altri olii
>
> E io parlavo in generale
>
> Buona giornata
> Gi

scusa, tu hai detto, quotando il mio commento sul prezzo:

"Leggere attentamente la descrizione sarebbe sempre utile; il massimo
sarebbe poter leggere cosa c'è scritto sull'etichetta."

sinceramente al minimo sembrava mi stessi dando dell'incapace (a
leggere), altrimenti non ho capito il senso del tuo commento....
[Claudio]Red-Block! 6 Apr 2016 12:30
Il 05/04/2016 21:55, Gi ha scritto:
> poi il prodotto acquistato e trasferito nel luogo di imbottigliamento,
> battezzato e commercializzato.


Anche perché benché il marchio occhieggia al Trasimeno ...è prodotto ad
Aprilia :-)

Ci sono tanti buoni mix di olii industriali anche comunitari e
extracomunitari ....dipende tutto da quanto si è disposti a spendere.
Va da se che un prodotto ben definito senza tanti mix e maneggiamenti
per quanto sia meno ruffiano è sicuramente preferibile dall'amatore.
Questo vale per l'olio, come per il vino o qualsiasi altro prodotto.
Greg 6 Apr 2016 13:03
Il 06/04/16 08:02:32 David ha scritto:
> Il 05/04/2016, Greg ha detto :
>> Il 05/04/2016 18:30:12 David ha scritto:
>>
>>> Sei sicuro? Ti posso assicurare che le olive diventano ricettive alle
>>> punture della ******* olearea nella fase di indurimento del nocciolo e
>>> quindi nel mese di luglio
>>
>> Si, ma ad ottobre sono ancora sane, non si è ancora sviluppato nulla dentro
>> il frutto. E comunque uno controlla, prima di vedere una sola oliva con la
>> macchia ha gia l'olio in casa
>
> No, ti sbagli. Se ti riferisci al fatto che nelle regioni più ******* le
> temperature estive rallentano molto il ciclo vitale o addirittura
> rendono sterili le punture hai ragione, ma questo non mette al riparo
> le olive dai danni. L'estate del 2014 fresca e piovosa docet. Leggiti
> qualche articolo sul ciclo biologico della ******* olearia.


Nel 2014 non ci fu produzione; anche quelli che hanno iniziato i trattamenti
già dalla fioritura
ci hanno solo rimesso i soldi. In certe zone i frantoii non hanno neanche
aperto, in zone meno
sfortunate hanno aperto solo per pochi giorni :(
Pro

--
Greg
Greg 6 Apr 2016 13:04
Il 06/04/16 08:02:32 David ha scritto:

> No, ti sbagli. Se ti riferisci al fatto che nelle regioni più ******* le
> temperature estive rallentano molto il ciclo vitale o addirittura
> rendono sterili le punture hai ragione, ma questo non mette al riparo
> le olive dai danni. L'estate del 2014 fresca e piovosa docet. Leggiti
> qualche articolo sul ciclo biologico della ******* olearia.

Nel 2014 non ci fu produzione; anche quelli che hanno iniziato i trattamenti
già dalla fioritura
ci hanno solo rimesso i soldi. In certe zone i frantoii non hanno neanche
aperto, in zone meno
sfortunate hanno aperto solo per pochi giorni :(

--
Greg
Gi 6 Apr 2016 14:32
"Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne2mkt$ql1$1@dont-email.me...

>sinceramente al minimo sembrava mi stessi dando dell'incapace (a

Mi spiace, non era certamente nelle mie intenzioni.
Se non sono proprio fuori dai *****heri non sono uso permettermi giudizi di
alcun genere sugli altri, soprattutto di chi non conosco.
Gi
David 6 Apr 2016 14:42
Greg ci ha detto :
> Il 06/04/16 08:02:32 David ha scritto:
>
>> No, ti sbagli. Se ti riferisci al fatto che nelle regioni più ******* le
>> temperature estive rallentano molto il ciclo vitale o addirittura
>> rendono sterili le punture hai ragione, ma questo non mette al riparo
>> le olive dai danni. L'estate del 2014 fresca e piovosa docet. Leggiti
>> qualche articolo sul ciclo biologico della ******* olearia.
>
> Nel 2014 non ci fu produzione; anche quelli che hanno iniziato i trattamenti
> già dalla fioritura ci hanno solo rimesso i soldi. In certe zone i frantoii
> non hanno neanche aperto, in zone meno sfortunate hanno aperto solo per pochi
> giorni :(

Senti io non devo convincerti per forza, ti ho detto un paio di cose,
se vuoi puoi informarti come meglio credi. Qualcosa ne so visto che è
il mio lavoro da 25 anni e ho studiato per farlo. Nel 2014 la
produzione di olive da parte delle piante c'è stata, non c'è stata
produzione di olio a causa di fortissimi attachi di ******* olearia che
hanno reso le olive non utilizzabili per l'estrazione dell'olio.

--
David
David 6 Apr 2016 14:46
Scriveva Greg mercoledì, 06/04/2016:
> Il 06/04/16 08:02:32 David ha scritto:
>
>> No, ti sbagli. Se ti riferisci al fatto che nelle regioni più ******* le
>> temperature estive rallentano molto il ciclo vitale o addirittura
>> rendono sterili le punture hai ragione, ma questo non mette al riparo
>> le olive dai danni. L'estate del 2014 fresca e piovosa docet. Leggiti
>> qualche articolo sul ciclo biologico della ******* olearia.
>
> Nel 2014 non ci fu produzione; anche quelli che hanno iniziato i trattamenti
> già dalla fioritura ci hanno solo rimesso i soldi. In certe zone i frantoii
> non hanno neanche aperto, in zone meno sfortunate hanno aperto solo per pochi
> giorni :(

Ho dimenticato una cosa. I trattamenti contro la ******* sono inutili
fino a che il nocciolo non è indurito, fino a quella fase le olive non
sono ricettive. Se qualcuno vuole farli prima butta soldi e tempo e
utilizza i prodotti a sproposito. Se i prodotti fitosanitari potessero
risolvere tutti i problemi saremmo salvi. Purtroppo sono come i farmaci
per uso umano, risolvono molti problemi ma non ci esentano dalla morte.
In agricoltura quando lotti contro condizioni pesantemente avverse
oppure annate eccezzionali non puoi fare più di tanto

--
David
Albus Dumbledore 6 Apr 2016 14:54
Dopo dura riflessione, David ha scritto :

> delle piante c'è stata, non c'è stata produzione di olio a causa di
> fortissimi attachi di ******* olearia che hanno reso le olive non utilizzabili

> per l'estrazione dell'olio.

In Toscana mi dissero tutti che la produzione fu scarsa per la
stagionalita' pessima, non per la *******

--

Albus Dumbledore
David 6 Apr 2016 15:25
Albus Dumbledore scriveva il 06/04/2016 :
> Dopo dura riflessione, David ha scritto :
>
>> delle piante c'è stata, non c'è stata produzione di olio a causa di
>> fortissimi attachi di ******* olearia che hanno reso le olive non
>> utilizzabili per l'estrazione dell'olio.
>
> In Toscana mi dissero tutti che la produzione fu scarsa per la stagionalita'
> pessima, non per la *******

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2014/11/12/news/100353093-100353093/

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-11-22/olio-puglia-cisterne-sotto-scorta-101015.shtml?uuid=ABZbmwGC&refresh_ce=1

--
David
Albus Dumbledore 6 Apr 2016 15:42
David ci ha detto :

>
http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-11-22/olio-puglia-cisterne-sotto-scorta-101015.shtml?uuid=ABZbmwGC&refresh_ce=1

Ma la puglia fu un caso piu' unico che raro.
Il resto d'Italia ebbe problemi per il tempo, non per la ******* o per la
xilella o che diavolo era.

--

Albus Dumbledore
David 6 Apr 2016 15:47
Albus Dumbledore ci ha detto :
> David ci ha detto :
>
>>
http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-11-22/olio-puglia-cisterne-sotto-scorta-101015.shtml?uuid=ABZbmwGC&refresh_ce=1
>
> Ma la puglia fu un caso piu' unico che raro.
> Il resto d'Italia ebbe problemi per il tempo, non per la ******* o per la
> xilella o che diavolo era.

Qui parlano di Toscana e non ho più voglia ne di cercare ne di
convincare nessuno......
http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerArticolo.php?storyId=543b81816e3dd

--
David
Greg 6 Apr 2016 16:19
Il 06/04/16 15:47:18 David ha scritto:

>> Ma la puglia fu un caso piu' unico che raro.
>> Il resto d'Italia ebbe problemi per il tempo, non per la ******* o per la
>> xilella o che diavolo era.
>
> Qui parlano di Toscana e non ho più voglia ne di cercare ne di
> convincare nessuno......
> http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerArticolo.php?storyId=543b81816e3dd

Ma il punto non è il 2014! Dove non si è salvato nessuno, neanche quelli che
tu dici o lasci
intendere, che se fanno i trattamenti evitano la ******* olearia.
Onde per cui, in una annata normale, non c'è la ******* fino ad ottobre, per
esempio quest'anno, non
c'era traccia di ******* neanche a novembre, annata sanissima.
Se capita l'annata negativissima, come 2014, non c'è trattamento che tenga, se
invece l'annata è
media, a fine ottobre primi novembre sul frutto cominciano a verdersi gli
effetti nefasti, ma se
uno raccoglie 15 giorni prima ottiene un ottimo prodotto, anche con oliva già
punta, ma non ancora
irrimediabilmente malata.

Ma poi siamo qui a conversare e scambiare esperienze, mica a convincerci.

--
Greg
David 6 Apr 2016 17:06
Greg scriveva il 06/04/2016 :
> Il 06/04/16 15:47:18 David ha scritto:
>
>>> Ma la puglia fu un caso piu' unico che raro.
>>> Il resto d'Italia ebbe problemi per il tempo, non per la ******* o per la
>>> xilella o che diavolo era.
>>
>> Qui parlano di Toscana e non ho più voglia ne di cercare ne di
>> convincare nessuno......
>>
http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerArticolo.php?storyId=543b81816e3dd
>
> Ma il punto non è il 2014! Dove non si è salvato nessuno, neanche quelli che

> tu dici o lasci intendere, che se fanno i trattamenti evitano la *******
> olearia. Onde per cui, in una annata normale, non c'è la ******* fino ad
> ottobre, per esempio quest'anno, non c'era traccia di ******* neanche a
> novembre, annata sanissima. Se capita l'annata negativissima, come 2014, non
> c'è trattamento che tenga, se invece l'annata è media, a fine ottobre primi
> novembre sul frutto cominciano a verdersi gli effetti nefasti, ma se uno
> raccoglie 15 giorni prima ottiene un ottimo prodotto, anche con oliva già
> punta, ma non ancora irrimediabilmente malata.
>
> Ma poi siamo qui a conversare e scambiare esperienze, mica a convincerci.

Mi spaice ma quello che scrivi non è vero..... prova in una annata
media a non fare trattamenti e vedi cosa raccogli...... iL 2015 è stato
un anno senza ******* ma non puoi basarti su questo per fare una
valutazione o dare dei consigli, sevono dati e medie sui vari anni

--
David
Jamie 6 Apr 2016 18:14
On 06/04/2016 14:32, Gi wrote:
> "Jamie" ha scritto nel messaggio news:ne2mkt$ql1$1@dont-email.me...
>
>> sinceramente al minimo sembrava mi stessi dando dell'incapace (a
>
> Mi spiace, non era certamente nelle mie intenzioni.
> Se non sono proprio fuori dai *****heri non sono uso permettermi giudizi
> di alcun genere sugli altri, soprattutto di chi non conosco.
> Gi

tranquillo è stato solo un misunderstanding
Greg 6 Apr 2016 19:15
Il 06/04/2016 17:06:41 David ha scritto:

> Mi spaice ma quello che scrivi non è vero..... prova in una annata
> media a non fare trattamenti e vedi cosa raccogli......

Ok circoscriviamo a questo che poi è l'essenza del tuo intervento che a me
interesa confutare per
migliorare tutti, io in primis.

Io ho sempre fatto olio lampante, con raccolta da novembre a gennaio-febbraio,
quest'anno per la
prima volta l'extravergine. Tutti gli amici e vicini che ho osservato per anni
hanno mai fatto
trattamenti, di nessun tipo, neanche concime, solo potature ad hoc.
Hanno tutti prodotto bene in questi anni (tranne il 2014), si lamentano solo del
prezzo basso a
cui sono costretti a vendere, non della quantita che producono.

Ora riporto ancora la tua frase: "prova in una annata media a non fare
trattamenti e vedi cosa
raccogli......" lascia intendere che non si possa MAI produrre olio biologico
con una resa
accettabile, laddove io intendo per biologico, con questa parola abusata,
produrre olio senza
spruzzare le piante di veleni contro la ******* olearia o similari.

Ecco, la mia esperienda dice il contrario, e ancora una volta non parlo per
convincerti perchè
sicuramente produciamo in 2 zone diverse con due microclimi diversi, ed entrambe
le esperienze
potrebbero essere veritiere, realtivamente alla propria zona.

--
Greg
carletto 7 Apr 2016 05:25
"Greg" <greg@alicie.com> ha scritto

> L'olio extravergine si raccoglie a ottobre prima che arriva qualsiasi
> moschina, per cui non
> necessita di alun veleno. E' biologico naturalmente senza fare nulla.

> Se invece non si fa l'evo e si raccoglie a caduta
> novembre-dicembre-gennaio occorre spruzzare
> veleni gia ad agosto.

E fin qua sono d'accordo.

> Per cui produrre l'extravergine biologico costa meno del vergine-lampante
> non biologico

Beh, insomma...
Raccogliere olive cadute, o che cadono, e' molto, ma molto piu' facile e
veloce (e quindi economico) che cogliere olive ancora verdi.

carletto
Greg 7 Apr 2016 10:35
Il 07/04/16 05:25:41 carletto ha scritto:

>> Per cui produrre l'extravergine biologico costa meno del vergine-lampante
>> non biologico
>
> Beh, insomma...
> Raccogliere olive cadute, o che cadono, e' molto, ma molto piu' facile e
> veloce (e quindi economico) che cogliere olive ancora verdi.

Beh, hai il costo delle reti per coprire tutto il terreno, e il costo del
personale per
raccogliere e ridistendere le reti ogni 15 giorni (parte piu costosa),
sostituire le reti ogni tot
anni, perchè si tagliano, si rompono.

Però ho visto anche terreni sabbiosi dove tutto questo non serve: ogni 15
giorni si passa con la
***** a mano o montata su un trattore.

--
Greg

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.