L'arte di mangiar bene
 

Gricia

Wesley Sneijder 8 Nov 2016 13:28
Scatenerò un flame ma nonostante la mia bravura in cucina non riesco ad
ottenere il risultato che vorrei :-)

Primo metodo
scolo gli spaghetti (li preferisco alla pasta corta) e li verso nella
ciotola ben caldi dove giace il cacio grattuggiato con il pepe li salto
e poi li verso nella padella dove trovasi il guanciale ancora bel
caldo.. risultato ottima cremosità ma grumi di cacio sparsi nel piatto a
mò di mozzarella sulla pizza...orrore

Secondo metodo

identico ma sciolgo il cacio con un po di acqua di cottura della pasta
prima di gettarla dentro il composto di cacio e pepe risultato
similare..orrore


Non provo nemmeno a grattugiarlo fuori dal fuoco con la pasta già
avvolta nel guanciale perchè non si fa cosi

La cosa che mi viene da pensare è che ho preso un cacio di pessima qualità

A voi i consigli
Albus Dumbledore 8 Nov 2016 13:31
Wesley Sneijder scriveva il 11/8/2016 :

> Scatenerò un flame

Con quel nick, ci puoi giurare!

--

Albus Dumbledore
Renato_VBI 8 Nov 2016 13:44
Il 08/11/2016 13:28, Wesley Sneijder ha scritto:

[C U T]

> Primo metodo
> scolo gli spaghetti (li preferisco alla pasta corta) e li verso nella
> ciotola ben caldi dove giace il cacio grattuggiato con il pepe li salto
> e poi li verso nella padella dove trovasi il guanciale ancora bel
> caldo.. risultato ottima cremosità ma grumi di cacio sparsi nel piatto a
> mò di mozzarella sulla pizza...orrore




Ti dico la mia che *ovviamente* suonerà per molti puristi e non come una
******* ...

Nel primo metodo unisco un paio di cucchiai di latte intero al cacio
grattuggiato con il pepe.

Non lapidatemi ma io mi trovo bene.....
Provare una volta non ti costa nulla....

--

Ciao, Renato
felice_pago@yahoo.it 8 Nov 2016 13:57
Il giorno martedì 8 novembre 2016 13:28:06 UTC+1, Wesley Sneijder ha scritto:
> dove giace il cacio grattuggiato

se per cecio intendi il formagio di pecora,
forse il problema e' proprio lì

non e' cacio, o melgio non e' di pecora,
il formaggio da latte di pecora non si
aggrumisce, almeno una coa mi ha insegnato
quel pecoraio di mio nonno.

poi ci sono le spiegazioni scientifiche,
che io non so' dare

quando il pecorino fila, vuol dire che dentro c'e' latte vaccino,
e piu' ******* e piu' latte vaccino contiene


felice pago

sempre imoh
.
PMF 8 Nov 2016 14:09
Il 08/11/2016 13.28, Wesley Sneijder ha scritto:
>
> Primo metodo
> scolo gli spaghetti (li preferisco alla pasta corta) e li verso nella
> ciotola ben caldi dove giace il cacio grattuggiato con il pepe li salto e
> poi li verso nella padella dove trovasi il guanciale ancora bel caldo..
> risultato ottima cremosità ma grumi di cacio sparsi nel piatto a mò di
> mozzarella sulla pizza...orrore
>
> Secondo metodo
>
> identico ma sciolgo il cacio con un po di acqua di cottura della pasta prima
> di gettarla dentro il composto di cacio e pepe risultato similare..orrore
> Non provo nemmeno a grattugiarlo fuori dal fuoco con la pasta già avvolta
> nel guanciale perchè non si fa cosi
>

cagliatura avviene per temperatura eccessiva.
prova a versare il cacio SOPRA, e non gli spaghi sul cacio
prova a fare l'operazione su padella calda ma NON sul fuoco

Paolo
Albus Dumbledore 8 Nov 2016 14:25
PMF ha usato la sua tastiera per scrivere :

> cagliatura avviene per temperatura eccessiva.
> prova a versare il cacio SOPRA, e non gli spaghi sul cacio
> prova a fare l'operazione su padella calda ma NON sul fuoco

Ma non ho capito se si stia parlando di gricia o di cacio e pepe.

:-O

--

Albus Dumbledore
PMF 8 Nov 2016 14:57
Il 08/11/2016 14.25, Albus Dumbledore ha scritto:
>
>> cagliatura avviene per temperatura eccessiva.
>> prova a versare il cacio SOPRA, e non gli spaghi sul cacio
>> prova a fare l'operazione su padella calda ma NON sul fuoco
>
> Ma non ho capito se si stia parlando di gricia o di cacio e pepe.
>
il tema "cagliatura pereccessivoriscaldamento" si pone per entrambe le
preparazioni
solo la carbonara ne è risparmiata, perché la presenza dell'uovo impedisce
al preparatore di superare la temperatura "di frittata"

Paolo
Albus Dumbledore 8 Nov 2016 14:57
Sembra che PMF abbia detto :

>>> cagliatura avviene per temperatura eccessiva.
>>> prova a versare il cacio SOPRA, e non gli spaghi sul cacio
>>> prova a fare l'operazione su padella calda ma NON sul fuoco

>> Ma non ho capito se si stia parlando di gricia o di cacio e pepe.

> il tema "cagliatura pereccessivoriscaldamento" si pone per entrambe le
> preparazioni
> solo la carbonara ne è risparmiata, perché la presenza dell'uovo impedisce
al
> preparatore di superare la temperatura "di frittata"

Ma perche'?
La "formaggio" nel piatto e dove starebbe il problema?

--

Albus Dumbledore
PMF 8 Nov 2016 15:53
Il 08/11/2016 14.57, Albus Dumbledore ha scritto:
>
> Ma perche'?
> La "formaggio" nel piatto e dove starebbe il problema?
>
Non è quello che fa lui
sbagliando

Paolo
Albus Dumbledore 8 Nov 2016 15:54
PMF ha pensato forte :

>> Ma perche'?
>> La "formaggio" nel piatto e dove starebbe il problema?

> Non è quello che fa lui
> sbagliando

Ah, ecco.
;-)

--

Albus Dumbledore
Alpha 9 Nov 2016 00:09
> La cosa che mi viene da pensare è che ho preso un cacio di pessima qualità


Credo che tu abbia fatto una gran confusione tra Gricia, Cacio e
Pepe e Carbonara.
Nella Gricia il cacio (pecorino romano/sardo stagionato) va
aggiunto solo nel piatto.
Quindi fai rosolare il guanciale nell'olio, fai insaporire i
rigatoni nel condimento, impiatta e poi spolverizza con il
pecorino.
--


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Albus Dumbledore 9 Nov 2016 08:47
Alpha ha spiegato il 11/9/2016 :

>> La cosa che mi viene da pensare è che ho preso un cacio di pessima qualità

> Credo che tu abbia fatto una gran confusione tra Gricia, Cacio e
> Pepe e Carbonara.
> Nella Gricia il cacio (pecorino romano/sardo stagionato) va
> aggiunto solo nel piatto.
> Quindi fai rosolare il guanciale nell'olio, fai insaporire i
> rigatoni nel condimento, impiatta e poi spolverizza con il
> pecorino.

Ecco, esatto, era quel che sembrava anche a me.

--

Albus Dumbledore
Mardot 9 Nov 2016 09:29
Il 08/11/2016 14:09, PMF ha scritto:
> Il 08/11/2016 13.28, Wesley Sneijder ha scritto:
>>
>> Primo metodo
>> scolo gli spaghetti (li preferisco alla pasta corta) e li verso nella
>> ciotola ben caldi dove giace il cacio grattuggiato con il pepe li
>> salto e
>> poi li verso nella padella dove trovasi il guanciale ancora bel caldo..
>> risultato ottima cremosità ma grumi di cacio sparsi nel piatto a mò di
>> mozzarella sulla pizza...orrore
>>
>> Secondo metodo
>>
>> identico ma sciolgo il cacio con un po di acqua di cottura della pasta
>> prima
>> di gettarla dentro il composto di cacio e pepe risultato
>> similare..orrore
>> Non provo nemmeno a grattugiarlo fuori dal fuoco con la pasta già avvolta
>> nel guanciale perchè non si fa cosi
>>
>
> cagliatura avviene per temperatura eccessiva.
> prova a versare il cacio SOPRA, e non gli spaghi sul cacio
> prova a fare l'operazione su padella calda ma NON sul fuoco

Regole INDEROGABILI per tutte queste paste (carbonara esclusa per i
motivi di cui hai gia' detto):

Formaggio SEMPRE sopra
Formaggio SEMPRE a fuoco spento
Formaggio SEMPRE in padella sul complesso completo, la grattatina sul
piatto ci puo' stare come decoro e come "booster" per le prime forchettate.
ishka 9 Nov 2016 11:29
Il 08/11/2016 13:28, Wesley Sneijder ha scritto:

> A voi i consigli


ma che ******* e' sta *****eria ?

n'e' ne na gricia e ne una cacio e pepe

il pecorino nella gricia va al piatto, solo ed esclusivamente al piatto

scoli la pasta, possibilmente lunga, la butti nella padella con la
pancetta ben rosolata

fai mantecare ad onda, metti nel piatto e spolveri de pecorino, STOP
Albus Dumbledore 9 Nov 2016 11:36
Scriveva ishka Wednesday, 11/9/2016:

>> A voi i consigli

> ma che ******* e' sta *****eria ?
> n'e' ne na gricia e ne una cacio e pepe
> il pecorino nella gricia va al piatto, solo ed esclusivamente al piatto
> scoli la pasta, possibilmente lunga, la butti nella padella con la pancetta
> ben rosolata
> fai mantecare ad onda, metti nel piatto e spolveri de pecorino, STOP

E ri-quoto.

--

Albus Dumbledore
Gi 9 Nov 2016 11:50
"ishka" ha scritto nel messaggio
news:nvutq1$7kq$1@virtdiesel.mng.cu.mi.it...

>scoli la pasta, possibilmente lunga, la butti nella padella con la pancetta
>ben rosolata

>ma che ******* e' sta *****eria ?

Parole tue, eh!

Gi
Elwood 9 Nov 2016 11:55
On Wednesday, November 9, 2016 at 11:29:22 AM UTC+1, ishka wrote:

> fai mantecare ad onda, metti nel piatto e spolveri de pecorino, STOP

Sta cosa del mantecare a onda della pasta solo con il guanciale, non mi
convince. Nel senso, non mi convince che il risultato sia differente dall'avere
acqua nel fondo del piatto che lavi via tutto ciò che di buono potrebbe
attaccarsi sulla pasta.

--
Elwood (Peter S.)
PMF 9 Nov 2016 12:01
Il 09/11/2016 11.55, Elwood ha scritto:
>
>> fai mantecare ad onda, metti nel piatto e spolveri de pecorino, STOP
>
> Sta cosa del mantecare a onda della pasta solo con il guanciale, non mi
convince. Nel senso, non mi convince che il risultato sia differente dall'avere
acqua nel fondo del piatto che lavi via tutto ciò che di buono potrebbe
attaccarsi sulla pasta.
>
Prendi la descrizione con una certa larghezza terminologica. Sta parlando
di mantecare col solo guanciale
"A onda" e "pasta lunga" nella stessa padella è un po' come dire "trump"
e "capelli naturali"

Paolo
Albus Dumbledore 9 Nov 2016 12:06
PMF scriveva il 11/9/2016 :

> è un po' come dire "trump" e "capelli naturali"

ROTFL ROTFL ROTFL

--

Albus Dumbledore
Elwood 9 Nov 2016 12:12
On Wednesday, November 9, 2016 at 12:01:51 PM UTC+1, PMF wrote:

> Prendi la descrizione con una certa larghezza terminologica. Sta parlando
> di mantecare col solo guanciale
> "A onda" e "pasta lunga" nella stessa padella è un po' come dire "trump"
> e "capelli naturali"

Si, ma in pratica che bisogna fare?
Sono andato in un ristorante italiano vicino a casa mia una sera (per il resto
convincente), e ho preso una gricia. In fondo al piatto c'era mezzo dito di
acqua di cottura, che praticamente lavava via il pecorino ed il grasso del
guanciale. Praticamente l'effetto è stato: pasta quasi scondita, ed un ottimo
brodino molto saporito rimasto nel piatto (non avevo un cucchiaio). La
descrizione di ishka mi ha preoccupantemente ricordato quell'esperienza.

--
Elwood (Peter S.)
Wesley Sneijder 9 Nov 2016 12:27
Il 08/11/16 14:59, cicero� ha scritto:
> On Tue, 8 Nov 2016 13:28:02 +0100, Wesley Sneijder <xyz@libero.it>
> wrote:
>
>> Non provo nemmeno a grattugiarlo fuori dal fuoco con la pasta già
>> avvolta nel guanciale perchè non si fa cosi
>
> Invece è proprio così che si fa! Lo versi sulla pasta fuori dal fuoco
> e giri vorticosamente. Solo così l'amido della pasta si lega bene al
> pecorino.
> cicero®
> --
>
Ma io questo procedimento che dici tu lo faccio per tutti i tipi di
pasta e condimenti.

Ma lasciamo per un attimo la gricia e prliamo di cacio e pepe non penso
che possa essere ridotta ad una pasta in bianco con sopra il pecorino
grattuggiato
Elwood 9 Nov 2016 13:24
On Wednesday, November 9, 2016 at 12:34:22 PM UTC+1, cicero® wrote:

> Non tornare in quel ristorante!

Infatti l'ho depennato.
Ed è un peccato, perchè sarebbero simpatici.

--
Elwood (Peter S.)
Gi 9 Nov 2016 14:04
"PMF" ha scritto nel messaggio news:nvuvm1$9q1$1@dont-email.me...

> "A onda" e "pasta lunga" nella stessa padella è un po' come dire "trump"
> e "capelli naturali"

standing ovation

Gi
ludwig 9 Nov 2016 14:22
"Elwood" ha scritto nel messaggio
news:994d31fd-724d-4036-a620-0de8a7a22397@googlegroups.com...

On Wednesday, November 9, 2016 at 12:01:51 PM UTC+1, PMF wrote:

> Prendi la descrizione con una certa larghezza terminologica. Sta parlando
> di mantecare col solo guanciale
> "A onda" e "pasta lunga" nella stessa padella è un po' come dire "trump"
> e "capelli naturali"

>Si, ma in pratica che bisogna fare?

Hai il guanciale in padella dello caldo con il proprio grasso che ha sudato.

Gli butti la pasta sempre bella calda e salti per amalgamare il sugetto i
cubetti di guanciale e la pasta.

Poi impiatti e spolveri di formaggio.

Non m i sembra si possa e debba creare alcunchè di acqua a fondo piatto.

Bye, Ludwig.
Elwood 9 Nov 2016 14:52
On Wednesday, November 9, 2016 at 2:24:18 PM UTC+1, ludwig wrote:

> Non m i sembra si possa e debba creare alcunchè di acqua a fondo piatto.
>

No se non glie la si mette, chiaramente no :)

--
Elwood (Peter S.)
monk 9 Nov 2016 17:20
Il 08/11/2016 13:28, Wesley Sneijder ha scritto:
> Scatenerò un flame ma nonostante la mia bravura in cucina non riesco ad
> ottenere il risultato che vorrei :-)
>
> Primo metodo
> scolo gli spaghetti (li preferisco alla pasta corta) e li verso nella
> ciotola ben caldi dove giace il cacio grattuggiato con il pepe li salto
> e poi li verso nella padella dove trovasi il guanciale ancora bel
> caldo.. risultato ottima cremosità ma grumi di cacio sparsi nel piatto a
> mò di mozzarella sulla pizza...orrore
>
> Secondo metodo
>
> identico ma sciolgo il cacio con un po di acqua di cottura della pasta
> prima di gettarla dentro il composto di cacio e pepe risultato
> similare..orrore
>
>
> Non provo nemmeno a grattugiarlo fuori dal fuoco con la pasta già
> avvolta nel guanciale perchè non si fa cosi
>
> La cosa che mi viene da pensare è che ho preso un cacio di pessima qualità
>
> A voi i consigli

LA GRICIA si fà così punto
http://www.gricia.com/
poi ugnuno se la fa e se la cuoce (suona) come vuole ma basta con queste
ricette custom per favore
adamski 9 Nov 2016 17:24
Il giorno mercoledì 9 novembre 2016 11:29:22 UTC+1, ishka ha scritto:
> Il 08/11/2016 13:28, Wesley Sneijder ha scritto:
>
>> A voi i consigli
>
>
> ma che ******* e' sta *****eria ?

Dai, è olandese, la gricia l'avrà mangiata la prima volta a Milano...

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'arte di mangiar bene | Tutti i gruppi | it.hobby.cucina | Notizie e discussioni cucina | Cucina Mobile | Servizio di consultazione news.